Pazzo Portici, ripresa la Vis Artena
al fotofinish: da 0-2 a 2-2 al San Ciro

Domenica 10 Novembre 2019 di Raffaella Ascione
Continua il digiuno di vittorie per il Portici, che al San Ciro – se non altro – recupera al fotofinish una gara che pareva ormai irrimediabilmente compromessa. Sotto di due reti, gli azzurri di Chianese non demordono e riprendono la Vis Artena nel segno di D’Acunto e Coratella, che nel giro di un minuto – tra il 44’ ed il 45’ della ripresa – riportano la gara in equilibrio.
Tra vesuviani e laziali succede tutto nella seconda frazione di gioco. Nel primo tempo è clamorosa l’occasione del minuto 20 targata Imbimbo, che non riesce nel tap-in dopo una prima, insidiosa conclusione. Al 35’ Coratella va di testa su punizione di Araio, scheggiando la parte alta della traversa.
Nella seconda frazione di gioco, appena un minuto e l’intervento in area di Bisceglia ai danni di un avanti avversario propizia il penalty poi realizzato da Prandelli. Il raddoppio della Vis Artena arriva al quarto d’ora, ancora dagli undici metri, stavolta per un dubbio intervento di Albanese. Dal dischetto Prandelli firma raddoppio e doppietta personale.
Il Portici accusa il colpo ma non demorde ed al 20’ ci prova in rapida sequenza prima con Onda – che su punizione impegna severamente Manni –, e poi Arpino, che va di testa sul susseguente corner, sfiorando il montante. Ghiotta occasione per accorciare le distanze al minuto 37: il direttore di gara sanziona con il penalty l’intervento ai danni di Onda, ma dagli undici metri Arario si fa ipnotizzare da Manni. E quando la gara sembrava ormai irrimediabilmente segnata, D’Acunto riapre i giochi – corre il 44’ – siglando il 2-1 in tap-in. Può esplodere l’urlo liberatorio del San Ciro al 45’, quando Coratella si procura e realizza il quarto penalty di giornata, fissando il risultato sul definitivo 2-2.

Gli azzurri restano sestultimi con 10 punti, a due lunghezze del Lanusei. © RIPRODUZIONE RISERVATA