Prima vittoria per il Portici con il Real Agro,
ma il San Ciro è vuoto: «Gioia negata»

Domenica 18 Ottobre 2020 di Raffaella Ascione

Arriva al minuto 95 del rovente derby col Real Agro Aversa, la prima vittoria in campionato del Portici: l’urlo liberatorio al minuto 95, quando Nappo insacca con una magistrale punizione che non lascia scampo al portiere normanno. La girandola di emozioni che va in scena al San Ciro fa da contraltare con gli spalti rimasti desolatamente vuoti nonostante l’ultimo Dpcm avesse consentito una parziale riapertura anche degli impianti dilettantistici.

 

La gara si mette subito bene per il Portici, che al 6’ trova il vantaggio con Maione, abile a finalizzare una bruciante ripartenza su assist di Arpino. Dieci minuti più tardi ci prova l’ex Turris Prisco: Prudente in presa sicura sul suo colpo di testa. Clamorosa occasione di marca azzurra al 37’: la conclusione di Vitiello, inesorabilmente indirizzata in rete, viene intercettata e sventata da un difensore proprio sulla linea di porta. Gallo impegna Schaeper con una conclusione ravvicinata; una manciata di minuti più tardi, il Portici cala in bis: sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti, Maione – seconda gioia di giornata per lui – trova in area il colpo del 2-0.

 

Nella ripresa, il Real Agro riporta la gara sui binari della parità nel giro di dieci minuti. Al 4’ Simonetti – di testa – accorcia le distanze su cross al bacio di Riggio. Nove minuti più tardi, ancora protagonista Simonetti, che rimedia un ineccepibile penalty: sul dischetto lo stesso attaccante, che prima trova la respinta di Schaeper e poi insacca sulla ribattuta. La gara si complica per il Portici al quarto d’ora, quando D’Acunto rimedia il secondo giallo e lascia i suoi in dieci. Non succede nulla fino al 41’, quando Cassandro rimedia – anche lui – la doccia anticipata per somma di ammonizioni; ristabilita dunque la parità numerica anche in campo. Poi, al minuto 95, la perla su punizione di Nappo che vale i primi tre punti stagionali.

 

Con una nota diramata a margine del match, il Portici ha annunciato che «la società non rilascerà alcuna dichiarazione con i propri tesserati prima e dopo i match di campionato. Come forma di rispetto verso i propri sostenitori – che hanno scommesso su di noi a inizio anno e che ci seguono ancora con smisurata passione nonostante le mille difficoltà del momento – la società ha deciso di tornare a parlare con la stampa presente in occasione dei match casalinghi solo quando al tifo porticese sarà concesso nuovamente dal Comune e dal commissariato di Polizia di Portici di rientrare sugli spalti del nostro Stadio San Ciro. Ci auguriamo che i ritardi palesati da chi di dovere nell’ultima settimana – ce non hanno concesso ai tifosi di festeggiare con noi la prima vittoria in campionato in una bellissima domenica di calcio e sport – siano un evento unico e che non si ripetano nella prossima occasione disponibile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA