Sorrento al Campo Italia col Fasano
per riscattare la sconfitta di Nardò

Martedì 23 Febbraio 2021 di Antonino Siniscalchi
Calcio Serie D

SORRENTO - Senza tregua l’itinerario del Sorrento, uscito dalla lunga emergenza Covid-19. Una vittoria (Aversa), due pareggi (Picerno e Brindisi) e una sconfitta (Nardò) nella fitta striscia in trasferta dopo la ripartenza in dieci giorni. Domani, intanto, la seconda giornata del girone di ritorno, propone il ritorno al Campo Italia ospitando il Fasano. All’andata finì 1-1 con il vantaggio pugliese di Bernardini e il pareggio rossonero di Liccardi. Si gioca domani pomeriggio (ore 14.30), ovviamente, a porte chiuse, con diretta Facebook.

Una opportunità per accorciare le distanze tra la squadra e i tifosi. Riapre le porte il Campo Italia, dopo lo stop di oltre un mese e l’evoluzione del calendario. L’ultimo appuntamento casalingo il 10 gennaio scorso, il derby con il Portici e la sonora sconfitta per 3-0. «Il Fasano – spiega il ds Antonio Amodio, nella foto - è una squadra in salute che si è rinforzata molto rispetto al girone d’andata. Da parte dei ragazzi mi aspetto una grande reazione per riscattare il ko di Nardò». Contro il Fasano, Luca Fusco dovrà rinunciare agli squalificati Scarano e Maranzino. In porta persiste il ballottaggio tra l’esperto Oliva (2000) e il più giovane Del Sorbo (2004). Tante, invece, le alternative per la sostituzione di Maranzino. Rientrano La Monica e Masullo che hanno scontato le rispettive squalifiche. Potrebbe rientrare dall’inizio anche il centrale Cacace, già impiegato part-time a Brindisi e Nardò. Il Sorrento giocherà con il lutto al braccio per la scomparsa dello storico padre spirituale don Pasquale Ercolano.

La società ha chiesto al Comitato Interregionale di ricordarlo con un minuto di raccoglimento. Domenica prossima, intanto, il calendario riserva un’altra trasferta in Puglia, sul campo della Fidelis Andria, allenata dall’ex rossonero Luigi Panarelli.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA