Lady Ancelotti, Napoli è la mia città:
«Ma mio padre è andato via deluso»

Mercoledì 1 Dicembre 2021
Lady Ancelotti, Napoli è la mia città: «Ma mio padre è andato via deluso»

«Ho letto le parole di Ibrahimovic. Mio padre era venuto al Napoli per vincere ma le cose a volte non vanno come si vorrebbe». Così Katia Ancelotti, figlia dell'allenatore Carlo, parla della breve esperienza napoletana della sua famiglia. Insieme con l'allenatore emiliano, infatti, in città c'erano anche il figlio Davide allenatore in seconda e Mino Fulco, marito proprio di Katia e parte dello staff azzurro. «Vincere al Napoli sarebbe stato grandioso, in un ambiente così speciale in cui non si vince da tanto sarebbe stato davvero bello. Con Ibrahimovic papà ha un grande rapporto. Chi conosce Zlatan sa che è una persona molto umile anche se fa il fenomeno. È stato veramente un peccato perchè insieme avrebbero potuto fare benissimo». 

«Il mese di novembre fu terribile e l'arrivo di Irahimovic avrebbe dato veramente una scossa incredibilmente all'ambiente perchè avrebbe veramente cambiato uno spogliatoio» ha continuato a Radio Kiss Kiss commentando le parole dell'attaccante svedese. «A mio padre piace stare sul campo e il mestiere del ct non glielo consentirebbe. Probabilmente arriverà ad allenare una Nazionale ma per adesso preferisce vivere gli allenamenti quotidiani. Napoli è stata una grande delusione perchè non era una stagione da buttare via, ma le cose vanno come devono andare. Adesso sono contenta che sia Madrid ma mi auguro veramente che il Napoli possa vincere lo scudetto. Io ho sofferto tanto nel lasciare questa città, è stato un anno breve ma intenso e la considero la mia città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA