Az-Napoli, Bakayoko torna in mezzo:
Gattuso si affida ai titolarissimi

Giovedì 3 Dicembre 2020 di Roberto Ventre

Riecco Bakayoko, torna dopo la squalifica contro la Roma a guidare il centrocampo azzurro nella trasferta decisiva per la qualificazione ai sedicesimi di Europa League contro l'Az. Lui che le coppe europee le conosce bene: nel 2016-2017 con il Monaco arrivò fino alla semifinale di Champions League perdendo contro la Juve (con il club francese la giocò già nel 2014-2015 e poi disputò l'Europa League nel 2015-2016), con il Milan di Gattuso nel 2018-2019 invece fu eliminato nella fase a gironi di Europa League per la sconfitta contro l'Olimpiacos all'ultima giornata. E la Champions l'ha giocata anche con il Chelsea nel 2017-2018 uscendo agli ottavi di finale contro il Barcellona. Un esperto, quindi, delle coppe continentali con 31 presenze e proprio l'esperienza conterà molto stasera nella trasferta olandese contro l'Az, squadra che è riuscita a vincere l'andata al San Paolo con una partita basata su difesa e contropiede. 

Bakayoko preferisce il centrocampo a due e ha brillato nel 4-2-3-1 proposto da Gattuso dal secondo tempo di Parma fino al match contro il Milan. Ma gioca bene anche in quello a tre da playmaker (lo fece in qualche occasione proprio nel Milan di Ringhio, stagione 2018-2019, come nel match di coppa Italia vinto 2-0 contro il Napoli di Ancelotti), il sistema riproposto dal tecnico calabrese con ottimi risultati contro la Roma: il francese quindi stasera contro l'Az dovrebbe partire da vertice basso nel 4-3-3 con le due mezzale ai lati e cioè Fabian Ruiz (lo spagnolo ieri ha scritto un post sulla sua pagina instagram: «Qppena arrivati in Olanda dove ci aspetta un'altra partita importante di Europa League. Obiettivo: vittoria e passaggio del turno!») e Zielinski (favorito su Elmas). Ma il polacco può muoversi anche da trequartista con Bakayoko che in determinati fasi della partita giostrerebbe nel centrocampo a due in coppia con Fabian Ruiz. Comunque la certezza è che il colosso francese tornerà dal primo minuto e riprenderà le redini del centrocampo. 

In partite dure dal punto dell'intensità come quella di stasera contro l'Az sarà molto importante la fisicità a centrocampo per reggere i duelli e per tenere a bada le ripartenza della formazione olandese. Bakayoko in Europa League ha giocato due partite da titolare, quella con la Real Sociedad e l'ultima con il Rijeka al San Paolo, all'andata contro l'Az entrò nei minuti finali. Un apporto sempre importante sia in campionato che in Europa per il recupero palla ma anche nella costruzione dal basso della manovra: il francese è abilissimo a ricevere il passaggio e a proteggere il pallone per smistarlo poi con precisione sia in orizzontale che in verticale direttamente per le punte. 

Bakayoko è arrivato in prestito dal Chelsea, un colpo del direttore sportivo Giuntoli negli ultimi giorni di mercato, e si è calato subito con grandissimo entusiasmo nell'avventura in maglia azzurra felicissimo di ritrovare Gattuso come allenatore. E la sua partenza è stata molto convincente con prestazioni al top: il francese è diventato un punto di riferimento a centrocampo anche per il suo straordinario senso tattico e le qualità tecniche, otre che per la sua grande forza fisica. Contro l'Az la sua presenza sarà molto importante per proteggere nel migliore dei modi la difesa: Bakayoko è pronto a rituffarsi nella mischia. E grande voglia di rituffarsi nella mischia e riprendere gli allenamenti in gruppo hanno Hysaj e Rrahmani, risultati negativi al Covid 19: ieri il Napoli ha comunicato l'esito del tampone negativo per entrambi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA