Bakayoko al Napoli, si può fare
ma con la Juve chance a Lobotka

Sabato 3 Ottobre 2020 di Roberto Ventre
Gattuso dovrà attendere fino all'ultimo per poter capire quale formazione potrà schierare contro la Juve (la partitissima sarà seguita in tutto il mondo, con tutti e cinque i continenti collegati che si sono assicurati una copertura televisiva dell'evento), in giornata infatti sono attesi i risultati dell'ultimo tampone al quale gli azzurri saranno sottoposti in mattinata a Castel Volturno e c'è il rischio concreto che possa emergere qualche altro positivo al Covid. Ieri c'è stata la notizia della positività di Zielinski, assenza che si è aggiunta a quella di Insigne, fuori gioco un mese per lesione di primo grado del bicipite femorale sinistro. Una vigilia anche di mercato con il Napoli che ha lanciato deciso l'assalto a Bakayoko, trattativa avanzata con il Chelsea per il trasferimento dell'ex centrocampista rossonero che ha dato il suo gradimento all'operazione.

LEGGI ANCHE Napoli, Zielinski positivo al Covid dopo il Genoa 

Due cambi al momento già certi tra gli azzurri rispetto alla formazione che ha travolto domenica scorsa il Genoa. Al posto di Zielinski si giocano il posto Lobotka e Demme con lo slovacco leggermente più avanti rispetto al tedesco, Insigne (che prosegue nelle terapie a Castel Volturno, mentre Luperto ieri ha svolto solo lavoro in palestra) verrà sostituito da Elmas che entrò al suo posto contro il Genoa e fece bene segnando anche una rete. Ringhio confermerà il 4-2-3-1 che in fase difensiva diventa 4-4-2: verrà riproposta la formula con Mertens vicino a Osimhen.

Il tecnico calabrese, infatti, si è affidato a questo modulo diverso rispetto al 4-3-3 della scorsa stagione perché ha avuto garanzie da un punto di vista tattico sull'equilibrio di squadra. Un Napoli compatto tra i reparti, questo vuole sempre Gattuso e ancora di più in una partita difficile come quella con la Juve. Difesa a quattro confermata con Di Lorenzo e Hysaj esterni e la coppia centrale Manolas-Koulibaly, in porta torna Ospina.
 
Video

In entrata il direttore sportivo Giuntoli lavora su un centrocampista da prendere in prestito e si è mosso in maniera molto concreta per Bakayoko, trattativa caldissima con il Chelsea, attesa la risposta definitiva dei Blues che ha aperto al diritto di riscatto. Si sta lavorando anche sull'ingaggio dell'ex rossonero che ha dato l'ok al trasferimento e potrebbe garantire maggiore fisicità al centrocampo azzurro. Il Napoli è molto lanciato nell'operazione da definire tutte le modalità economiche, contatti costanti anche ieri per sbloccare la situazione in tutti i suoi aspetti.

Tutto ruota sempre intorno alla cessione di Milik. Può prendere corpo il suo passaggio alla Fiorentina che è alla ricerca di un centravanti e può muoversi per un investimento del genere con la formula del prestito: la valutazione dell'attaccante polacco è 25 milioni, formula del prestito con diritto di riscatto. Il club viola deve ragionare dell'ingaggio con il suo agente, al momento la Fiorentina è la più calda. All'estero invece resta viva l'opzione Psg, al momento quella che può prendere quota, a seguire quella dell'Atletico Madrid, mentre si sono raffreddate le piste inglesi.

Tutto fatto per il trasferimento di Younes all'Eintracht Francoforte, operazione chiusa con la formula del prestito biennale (2 milioni) con riscatto nel 2022 a una cifra ancora da fissare. Un'uscita che sarà seguita da altre, Llorente può accasarsi all'Elche in Spagna ma per lui ci sono anche diverse soluzioni in Italia come Sampdoria e Spezia. Ounas tra Verona, al momento più avanti, Torino e Cagliari Ultimo aggiornamento: 10:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA