Il Napoli vede le streghe a Benevento
ma rimonta 2-1 con Insigne e Petagna

Domenica 25 Ottobre 2020 di Marco Perillo

Halloween è vicino e il Napoli a Benvento vede le streghe. Ma ci pensa una tenace rimonta nella ripresa per ribaltare il gol del primo tempo di Roberto Insigne. E' suo fratello Lorenzo a pareggiare per gli azzurri dopo un gol annullato e l'ormai consueto "festival dei legni". Petagna completa l'impresa, poi grande sofferenza fino al 97'. Gli azzurri di Gattuso tornano a volare in campionato, centrando la quarta vittoria in quattro partite. 

LEGGI ANCHE Napoli, quei fantasmi di Gattuso: «Nel finale ho ripensato a Brignoli»

Il derby campano tornava in serie A dopo due stagioni. Di fronte non solo il fratelli Insigne in campo, ma anche Inzaghi e Gattuso che quasi fratelli lo sono stati per anni nel vincente Milan di Ancelotti. Il Napoli comincia attaccando, gli stregoni si difendono con la linea alta. Grande pressione in campo da parte di ambo le squadre. Pochi varchi per gli azzurri, padroni del possesso palla ma neutralizzati appena si avvicinano all'area di rigore giallorossa. 

LEGGI ANCHE Benevento, la ricetta di Inzaghi: «La squadra mi sta sorprendendo»

Gli uomini di Inzaghi agiscono di ripartenza e danno l'impressione di poter dire la loro. Gattuso si arrabbia. Negli azzurri non c'è l'intensità delle prime gare. Un po' troppo statici i partenopei. Caprari ci prova su punizione ma il destro al 13' è impreciso. Al 17' Osimhen segna al primo tentativo ma è in fuorigioco. Risponde Roberto Insigne di testa su cross di Foulon. Il derby si accende quando Lozano cade in area sannita, ma l'arbitro lascia correre. E al 30' contropiede micidiale del Benevento con Lapadula e Roberto Insigne che batte Meret. Il Napoli prova a rispondere con Fabian al 37' ma la palla calciata è sbilenca. Al 40' è Lorenzo Insigne a provare dalla distanza, para Montipò. Assalto con Lozano che prende un angolo, poi è Manolas a essere fermato dalla traversa. Finisce il primo tempo con gli stregoni in vantaggio.

Inizia la ripresa, nessun cambio. Il Napoli prova a partire forte. Subito corner su tentativo di Lozano. Ancora angolo su tiro di Insigne, poi è Montipò a salvare il Benevento. Ma al 48' Lorenzo replica a Roberto e pareggia con un bel gol invalidato da fuorigioco. Inzaghi cambia Caprari con Tuia e si difende col 3-5-2. Gattuso manda in campo Politano per Lozano e Petagna per Mertens. Ci riprova Insigne al 59' che segna un gol favoloso dalla distanza: palo-rete e pareggio. Anche Fabian prova da lontano ma non coglie la porta. Tre cambi per Inzaghi: Improta, Sau e Maggio. Gli azzurri spingono e il gol è nell'aria. E infatti arrival al 67' con Petagna che sfonda la rete, azzurri avanti meritatamente.

Bakayoko si fa male qualche minuto dopo, entra Diego Demme. Il Benevento prova a reagire, spinge, il Napoli si rintana dopo aver speso tanto. Finisce la partita di Roberto Insigne, dentro il giovane Di Serio. In contropiede Politano potrebbe calare il tris ma è troppo egoista e guadagna solo un angolo. Poi è pericolosissimo l'ex Maggio in ripartenza e il Napoli si salva il corner. I Sanniti in contropiede fanno paura nel finale. Entrano Lobotka e Ghoulam per Fabian e Insigne. Sono sei minuti di recupero al Vigorito. Al 90' punizione pericolosa per il Benevento, il destro di Tuia finisce sul muro azzurro. Al 93' Politano scheggia il sette della traversa col suo tiro. I sanniti non si arrendono, si spingono avanti. Il Napoli stringe i denti, fallo di Politano per un calcio di punizione al 97', Meret salva tutto e regala i tre punti a Gattuso. 

 

LE FORMAZIONI

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Letizia, Glik, Caldirola, Foulon; Dabo, Schiattarella, Ionita; R. Insigne, Caprari; Lapadula. All. Inzaghi

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Bakayoko, Fabian Ruiz; Lozano, Mertens, Insigne; Osimhen.

Ultimo aggiornamento: 22:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA