Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bernardeschi, il Napoli è vicino:
c'è già l'accordo sull'ingaggio

Venerdì 27 Maggio 2022 di Bruno Majorano
Bernardeschi, il Napoli è vicino: c'è già l'accordo sull'ingaggio

Questa volta sì. Dopo estati di corteggiamenti, di flirt, di ammiccamenti e chi più ne ha più ne metta, sembra proprio che questa possa essere la volta buona di assistere al trasferimento di Federico Bernardeschi al Napoli. Il centrocampista tuttofare della Juventus, infatti, è stato una sorta di piccolo grande tormentone del mercato azzurro. Nell’estate 2020 lo aveva chiesto Gattuso, ma l’arrivo di Pirlo aveva convinto Berna a restare, poi la scorsa estate il Napoli aveva riprovato a bussare alla porta della Juve, ma Allegri non ha voluto privarsene. E così, in concomitanza con la scadenza del contratto con i bianconeri, la situazione potrebbe sbloccarsi. Stavolta per davvero.

Nessun vincolo dal punto di vista contrattuale, perché il giocatore sarà libero di accasarsi dove più gli piace a partire dal primo luglio. Il suo accordo con la Juventus è terminato e non ci sono stati margini per il rinnovo. Il Napoli, quindi, si è messo alla finestra ad aspettare un segnale, che proprio in questi giorni è arrivato. Tramite il suo agente Federico Pastorello, infatti, Bernardeschi ha fatto capire il proprio interesse ad accettare la proposta del Napoli, che al momento però non è ancora arrivata in via ufficiale. Una cosa è certa: se gli azzurri dovessero proporre sul piatto una cifra importante (3 milioni di euro), non ci sarebbero problemi per sedersi a un tavolo e mettere tutto nero su bianco. La disponibilità del giocatore è la vera novità rispetto al passato. Perché l’interesse del Napoli per il 28enne della Juventus non è mai stato un mistero, anzi. E allora adesso è tempo di provare a stringere: i tempi e l’accordo. Anche per evitare che nella trattativa si possano inserire altri club ingolositi dalla possibilità di prenderlo senza dover pagare un solo euro per il prezzo del cartellino. Non è detto, però, che la trattativa si possa chiudere subito. E per questo il Napoli si guarda attorno e valuta alternative valide qualora non dovesse andare in porto l’operazione Bernardeschi.

Il Napoli ha le idee chiare e non ha alcuna intenzione di farsi trovare impreparato all’eventuale «no» da parte del giocatore della Juve e della Nazionale. E per la scelta non bisogna nemmeno cambiare pagine dell’agendina telefonica. Sempre alla lettera B, infatti, ci sono Barak e Brekalo. Il giocatore del Verona è sempre in cima ai pensieri di Giuntoli, ma anche di Spalletti. Questo perché il ceco - esattamente come Bernardeschi - sarebbe molto duttile dal punto di vista tattico. Un po’ mezzala, un po’ sottopunta, e all’occorrenza anche esterno. Il problema, in questo caso, sarebbe la trattativa sul cartellino, visto che il Verona non scende sotto i 20 milioni di richiesta. Leggermente meno caro quello di Josip Brekalo, visto che il Wolfsburg chiede circa 15 milioni per lasciarlo tornare in Italia dopo la bella esperienza al suo primo anno in serie A con la maglia del Torino.

Sul fronte entrate, poi, il presidente De Laurentiis ha ufficializzato il riscatto di Anguissa («Caro Frank, che piacere averti ancora con noi) dal Fulham per 15 milioni e l’arrivo di Olivera (“Benvenuto Mathias). Tutto tace, intanto, sul fronte rinnovi, con Koulibaly e Mertens (i due casi più attesi) che ancora non hanno sciolto le loro riserve. In realtà non c’è stato ancora modo di sedersi e parlare, motivo per il quale ogni ipotesi rischia di essere ribaltata nell’arco di qualche ora. Se Mertens andrà in scadenza a luglio, Koulibaly ha ancora un altro anno di contratto e qualora non dovesse prolungare, potrebbe essere ceduto al miglior offerente durante la prossima sessione di mercato per evitare di perderlo a zero. Intanto, il centralone continua a pensare a Napoli e alla sua gente.

Mancini, i convocati per Argentina e Nations League: due esordienti

Lo testimonia quanto ha fatto per l’Arci Mediterraneo che con un bel post sui social ha annunciato il bel gesto del giocatore del Napoli. «Ci aveva promesso che non ci avrebbe perso di vista e nei giorni scorsi ci ha fatto un’altra sorpresa. Kalidou Koulibaly ha fatto recapitare alla squadra di Arci Mediterraneo, composta da migranti, le maglie e tutto ciò che occorre per scendere dignitosamente in campo. Asciugamani compresi! Ci ha lasciato, come al solito, senza parole. Ci ha sorpreso e ci ha commosso per la discrezione e l’umiltà. “Parlo io per voi, ho la forza e il dovere di farlo”, ci disse nel corso della sua visita alla squadra e noi ci sentiamo più forti nella nostra battaglia contro il razzismo e la discriminazione».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 17:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA