Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cagliari-Napoli 1-1: Osimhen gol
ma fallisce l'aggancio al primo posto

Lunedì 21 Febbraio 2022
Cagliari-Napoli 1-1: Osimhen gol ma fallisce l'aggancio al primo posto

Termina in parità sul punteggio di 1-1 il posticipo della 26/a giornata di Serie A, tra Cagliari e Napoli, disputato allo stadio 'Unipol Domus' della città sarda. Al vantaggio dei padroni di casa con Pereiro al 58' risponde Osimhen all'87'. In classifica gli azzurri sono secondi insieme all'Inter con 54 punti, due in meno del Milan capolista, mentre i sardi sono in 17esima posizione insieme al Venezia a quota 22.

La partita in diretta 

Azzurri in campo con un quasi inedito 3-4-2-1, Petagna unica punta alle spalle di Mertens ed Elmas. Spalletti si schiera quasi a specchio, partita molto combattuta a centrocampo in avvio. Al 9' Di Lorenzo va al tiro da buona posizione e Cragno devia in angolo. Poco dopo è Rrahamani a trovarsi sui piedi involontariamente la palla del vantaggio. Al 16' Ospina si fa male in uno scontro di gioco ma stringe i denti. Koulibaly sbaglia quindi una rimessa dal fondo ma per fortuna Joao Pedro non ne approfitta. Problemi anche per Di Lorenzo, dopo un colpo alla testa che lo stordisce. Non ce la fa a restare in campo, dentro Malcuit. Joao Pedro ci riprova di testa: troppo morbido. L'italo-brasiliano si fa ammonire poco dopo per un fallo su Rrahmani. Al 37' chance per Mertens, tiro deviato. Il Napoli però non riesce a sfondare, né a dettare il gioco e il primo tempo termina a reti bianche. 

Ripresa al via, nessun cambio ma si scalda Osimhen. Interessante punizione per gli azzurri al 48' ma il tiro di Zielinski è alto. Il Cagliari gioca duro: Mertens azzoppato da Goldaniga. Gli azzurri sono graziati da Deiola al 53': buco in difesa e tiro fuori. Ma i padroni di casa vanno in gol al 58' con un tiro da fuori area lateralmente di Pereiro: Ospina sbaglia il tempo e la palla è in rete. I sardi potrebbero raddoppiare due minuti dopo, graziati in area da un doppio errore. Così Spalletti manda in campo Osimhen, Ounas e Fabian. Demme, Jesus e Petagna out. Ma i sardi sono assatanati e il Napoli raramente supera il centrocampo quando ormai è il 72'. E al 77' Joao rischia il raddoppio. Idem Marin all'85' quando Ospina si riscatta con una grande parata. Ci vuole un miracolo per raddrizzare le cose. E arriva all'87' quando Osimhen su cross di Rui schiaccia di testa e sigla il gol del pari. Sono 4 i minuti di recupero. Sussulto per un tiro di Marin a tempo quasi scaduto. 

 

Cagliari (3-5-2)

Cragno; Goldaniga, Lovato, Altare; Bellanova, Deiola, Grassi (29’ st Marin), Baselli (37’ st Zappa), Dalbert (49’ st Lykogiannis); Pereiro (37’ st Pavoletti), Joao Pedro.

In panchina: 1 Aresti, 31 Radunovic, 9 Keita, 19 Gagliano, 23 Ceppitelli, 33 Obert, 44 Carboni. All. Mazzarri.

Napoli (3-4-2-1)

Ospina; Rrahmani, Koulibaly, Juan Jesus (22’ st Fabian Ruiz) ; Di Lorenzo (27’ st Malcuit, 38’ st Zanoli), Demme (22’ st Ounas), Zielinski, Mario Rui; Elmas, Mertens; Petagna (22’ st Osimhen).

A disposizione: 1 Meret, 12 Marfella, 31 Ghoulam. All. Spalletti. 

Arbitro: Sozza di Seregno.

Reti: 13’ st Pereiro, 42’ st Osimhen.

Note: ammoniti Joao Pedro, Malcuit e Koulibaly per gioco scorretto. Angoli: 6-3 Napoli. Recuperi: 4’ pt e 4’ st. Spettatori: 12.063. 

Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio, 08:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA