Con il Liverpool Manolas titolare,
in mediana torna anche Allan

Lunedì 16 Settembre 2019
Cambi in vista contro il Liverpool, ci sarà turnover rispetto alla partita vinta sabato scorso contro la Sampdoria: Ancelotti cambierà pedine in tutti i reparti, tre o quattro le novità. Ieri mattina a Castel Volturno allenamento per gli azzurri che non sono stati impiegati contro i blucerchiati e per quelli partiti dalla panchina e scesi in campo nella ripresa. Seduta defaticante invece per tutti quelli che hanno giocato dal primo minuto.

LA DIFESA
Rientra Manolas, destinata a ricomporsi la coppia centrale con Koulibaly: il greco prenderà il posto di Maksimovic schierato dal primo minuto nel match vinto 2-0 contro la formazione doriana allenata da Di Francesco. Il difensore greco ha parlato della corsa scudetto a Sky. «Noi per lo scudetto ci siamo. Abbiamo avuto le partite più difficili da tutti. Ma è presto per dire grandi parole, dobbiamo dimostrare sul campo di essere pronti per lottare. La squadra più forte resta sempre la Juve, noi però abbiamo grande qualità e lotteremo in ogni partita per vincere, è una promessa». E poi ha parlato della difesa. «La difesa non dipende solo dai due difensori. Non si difende in 4 o in 7 ma sempre in 11 per avere dei risultati. Koulibaly è un grandissimo giocatore, così come Maksimovic e Luperto. Siamo tutti centrali di grande livello, faremo il massimo per raggiungere grandi obiettivi».

 

A CENTROCAMPO
Anche qui un cambio è sicuro, il ritorno dal primo minuto del brasiliano Allan che non è stato schierato contro la Sampdoria dopo gli impegni amichevoli con la nazionale brasiliana negli Stati Uniti. Dovrebbe uscire Elmas, anche se la sua prestazione è stata molto positiva contro la Sampdoria tanto è vero che il macedone è stato uno dei migliori in campo. Per l'altra maglia sono in ballottaggio lo spagnolo Fabian Ruiz e il polacco Zielinski, i due jolly di centrocampo che Ancelotti sta schierando in diverse posizioni.
L'ATTACCO
Insigne torna dal primo minuto dopo essere stato schierato nell'ultimo quarto d'ora del match contro la Sampdoria (il capitano azzurro uscì per un problema muscolare nell'intervallo della sfida all'Allianz Stadium contro la Juventus ed è stato poi costretto a saltare le due sfide con l'Italia di qualificazione europea contro Armenia e Finlandia. L'attaccante di Frattamaggiore sarà schierato da quarto a sinistra a centrocampo nel 4-4-2 di Ancelotti, rientrando sulla fascia in fase di recupero e si muoverà tra le linee in fase offensiva a sostegno dell'attacco. Da decidere il tandem d'attacco. Sicuro del posto di titolare è Mertens, il più in forma del gruppo e sempre più lanciato all'inseguimento del record di gol in maglia azzurra di Hamsik e vicinissimo al secondo posto di Maradona. Il belga ha già segnato tre reti in campionato: una perla quella di Firenze nella partita di esordio vinta dal Napoli 4-3 e una doppietta contro la Sampdoria. Per l'altra maglia il ballottaggio è nuovamente tra Lozano e Llorente con il messicano in vantaggio. Probabile un'altra staffetta con lo spagnolo pronto a subentrare a partita in corso. Potrebbe giocare uno spezzone di partita anche il tedesco Younes, così come è avvenuto nel finale di partita con la Samp quando è entrato al posto di Mertens a dieci minuti dalla fine della partita.
MILIK OUT
Non dovrebbe invece ancora fare parte dei convocati il polacco Milik che solo oggi riprenderà totalmente la preparazione in gruppo dopo la tabella personalizzata svolta la scorsa settimana. Arek dovrebbe far parte invece del gruppo di Lecce, a meno che Ancelotti non decida di portarlo in panchina già domani sera contro i reds al San Paolo. Proseguono intanto nel lavoro differenziato Tonelli e Hysaj.
ro.ve.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA