De Laurentiis e il Napoli dei record:
«Seguivamo da anni i calciatori»

De Laurentiis e il Napoli dei record: «Seguivamo da anni i calciatori»
Giovedì 6 Ottobre 2022, 11:30
2 Minuti di Lettura

Non si concede a interviste italiane da un po', Aurelio De Laurentiis, che sta seguendo a distanza il suo Napoli e si è goduto anche l'ultima roboante vittoria di Amsterdam complimentandosi con il gruppo via social. «La nostra non è fortuna. Tutto parte dalle decisioni difficili prese in estate, durante il ritiro. Vengo dal cinema e nel cinema i progetti sono a lunga scadenza. Lo stesso provo a fare nel calcio. Siamo al primo posto in Serie A e Serie B perché pensiamo al calcio come facciamo con il cinema» ha spiegato ADL al Telegraph «Però poi nel cinema sai già come finirà il film che stai girando, con la tua squadra invece non sai come andrà a finire, soprattutto quando si tratta di sfide a grandi club come Liverpool o Ajax in Champions League».

«Ma, ripeto, non è fortuna: lavoro da tanti anni con le idee, serve concentrazione, intuizione» ha continuato il patron, che ha svelato anche il lavoro fatto con Giuntoli e Spalletti durante il ritiro estivo tra Dimaro e Castel di Sangro: «Durante l’estate ci siamo confrontati tanto: siamo stati bravi e anche fortunati sul mercato, ma i calciatori acquistati li stavamo seguendo da tanto tempo. Siamo stati abili e veloci nelle trattative. Gli altri club pensano alle tournée, io penso a prepararmi bene in estate: quando lavori bene, i risultati arrivano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA