Elmas, che paura in Nazionale:
​«Ma con la Samp voglio giocare»

Lunedì 9 Settembre 2019
La notizia del ricovero in ospedale ha spaventato il Napoli. Ma il sorriso è tornato poche ore più tardi, quando con un messaggio Elmas ha rassicurato lo staff medico azzurro: «Nulla di rotto, solo tanta paura». Già, a Riga dove è con la Macedonia, il centrocampista classe 99 ha rimediato una botta alla caviglia, durante l'allenamento del mattino, che ha spinto i sanitari della nazionale a trasportarlo in una struttura ospedaliera della capitale della Lettonia per i primi accertamenti. La diagnosi è rassicurante: Elmas rientrerà domattina a Napoli, come da programma. Ma oggi sarà in tribuna per la gara di qualificazione tra la Lettonia e la Macedonia.

 

IN ANSIA
Chiaro che Elmas appena farà ritorno a Castel Volturno sarà sottoposto ad altri accertamenti. In pratica nella coda dell'allenamento mattutino di ieri, infatti, l'azzurro è crollato a terra dopo uno scontro con Iliev. Erano gli ultimi istanti di una partitella 5 contro 5 a metà campo prima di andare in doccia, non è chiaro se ci sia stato o meno un contrasto. La scena ha creato apprensione: Elmas si teneva la caviglia e non riusciva a rialzarsi. Subito è arrivata la macchina elettrica usata dai magazzinieri per caricare il giocatore che ha lasciato il campo seguito negli spogliatoi dai medici. A caldo tutto lasciava pensare a una distorsione, ma nel pomeriggio lo stesso calciatore ha diffuso un comunicato rassicurante attraverso Instagram (l'account ufficiale della Federcalcio macedone): «Grazie per il vostro sostegno e per esservi presi cura di me immediatamente. Mi sono infortunato nell'allenamento, ma sto già meglio. Spero di essere pronto già per la prossima partita. Come atleti combattiamo sempre, diamo il massimo», il messaggio del centrocampista del Napoli.
IL RITORNO
Dovrebbe essere solo un piccolo trauma contusivo ma prima dovrà essere visitato da Canonico e D'Andrea, i responsabili medici del Napoli: dovrebbe osservare alcuni giorni di terapie e lavoro differenziato. È difficile dire se Elmas potrà giocare contro la Sampdoria alla ripresa, per lui una sfida personale particolare perché sarebbe il suo esordio al San Paolo. In ogni caso è evidente che l'evoluzione dell'infortunio andrà comunque monitorato di giorno in giorno. Di certo al Napoli hanno tirato un sospirone di sollievo dopo aver passato una mezz'ora di terrore alla notizia del ricovero in ospedale.
L'INTERVENTO
Anche il ct della Nazionale della Repubblica dell'ex Jugoslavia Igor Angelovski ha voluto ridimensionare l'incidente: «Non credo che sia qualcosa di particolarmente grave, Elmas è stato colpito in un duello con Iliev, ora sta facendo ulteriori esami». Nell'impegno di questa sera non verrà rischiato, anche perché ormai la Macedonia è fuori dal ogni possibikità di qualificazione: ma è chiaro che il giovane Elmas è una delle pedine su cui il ct Angelovski costruirà il futuro: «È stato uno scontro fortunoso, cose che possono capitare. Mi dispiace perché Elmas è un giocatore importante e il suo arrivo a Napoli e nel calcio italiano lo aiuteranno a diventare ancora più forte. E così sarà sempre più prezioso anche per la nazionale».
pi.tao.
© RIPRODUZIONE RISERVATAUltimo aggiornamento: 10 Settembre, 00:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA