Napoli, Gattuso punta all'Europa League:
«Meglio che battere il Barcellona»

Giovedì 20 Febbraio 2020 di Roberto Ventre
Inviato a Castel Volturno

Gattuso ha nel mirino solo il Brescia. «Al Barcellona si penserà da sabato al nostro rientro a Napoli. La penso io così e la pensano così tutti i miei calciatori. La partita con il Brescia è molto complicata». Torna Allan. «Avevo detto che non portavo rancore, si è allenato bene ed è tutto ok». Manca ancora Koulibaly. «Abbiamo fatto un esame strumentale e ha ancora un po' di edema,  l'ho fermato per 6-7 giorni, mercoledì faremo il punto della situazione». Sulle difficoltà attuali del Barcellona. «Se loro sono in difficoltà, noi siamo a' mur' a mu'r c'ospital», dice il tecnico facendo riferimento a un detto calabrese. Il rendimento migliore in trasferta. «Lo spiego con il fatto che in casa annusiamo meno il pericolo, non dipende dall'impostazione della partita che è uguale». Su Ghoulam e Lozano. «Ghoulam si sta allenando con continuità da due settimane ed è questa la cosa più importante, anche se gli manca ancora un qualcosa. Lozano non è ancora al cento per cento».

LEGGI ANCHE Milik e Mertens, la prova dei 9 tra il Brescia e il Barcellona

Sull'alternanza dei portieri. «Faccio delle scelte in buona fede e non per antipatia o simpatia. Mi si può dire che non sono un aziendalista e vorrei esserlo ma in questo momento metto chi sta meglio». Passaggio del turno o Europa League, cosa firmerebbe? «Europa League, senza dubbio, anche perchè significherebbe fare bene tante partite, viste che ne mancano 14». Insiste sulla continuità il tecnico del Napoli. «Contro le piccole abbiamo perso venti punti, dobbiamo dare continuità non solo alle partite ma anche al lavoro settimanale perchè le partite si vincono durante la settimana».
Ultimo aggiornamento: 15:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA