Il gesto d'orgoglio di Higuain e compagni: «Abbiamo gli attributi» | Foto

Martedì 23 Dicembre 2014
Il primo è stato Gonzalo Higuain, che ha riacciuffato per i capelli una partita che sembrava ormai persa. Dopo il gol del 2-2, quasi all'ultimo respiro del secondo tempo supplementare, la sua esultanza è stata singolare. Un chiaro gesto con le due mani ad indicare che lui ha gli attributi. Le palle, insomma. Una risposta a chi di recente - dopo che nelle ultime quattro gare era finito tre volte in panchina - lo aveva accusato di non avere doti da leader.







Poi è stata la volta del Mota, di quel Gargano che era in lista di sbarco e che si è invece ritagliato un ruolo fondamentale. Non doveva essere tra i rigoristi, ma nella seconda parte della lotteria infinita dei penalty si è presentato ugualmente sul dischetto, segnando ed esultando alla stessa maniera, mostrando gli attributi. E altrettanto, da bordo campo, hanno fatto Britos e Colombo. Ultimo aggiornamento: 11:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA