Insigne va di corsa per rientrare
a fine mese con Napoli e Nazionale

Mercoledì 12 Gennaio 2022
Insigne va di corsa per rientrare a fine mese con Napoli e Nazionale

10-15 giorni. Che poi sostanzialmente sarebbero 3 partite (considerando anche quella di domani pomeriggio contro la Fiorentina in Coppa Italia). Ecco quello che salterà Lorenzo Insigne a seguito del problema muscolare accusato domenica sera dopo appena mezzora dall'inizio della gara interna contro la Fiorentina.

Ha provato a stringere i denti, a forzare, a restare in campo: ma non c'è stato modo di proseguire. Troppo il dolore, troppo lo sforzo. Cambio obbligato (con Politano in campo ed Elmas dirottato fisicamente al posto del capitano) e smorfia di sofferenza per Lorenzo che dalla panchina ha assistito alla vittoria del suo Napoli. Sì, perché almeno fino a giugno questa è e resterà la sua squadra. Solo dopo la testa sarà rivolta al Canada, al Toronto e alla Mls.

In mezzo, poi, c'è la Nazionale: quell'altra maglia azzura che è tanto cara al napoletano. A metà marzo sono fissate le date del playoff: spartiacque tra l'Italia e il Mondiale. Si tratta di uno spauracchio che Lorenzo Insigne già conosce bene, perché nel 2017 faceva già parte del gruppo azzurro e seppur ai margini dell'undici iniziale ha vissuto l'apocalisse del calcio italiano con l'eliminazione per mano della Svezia. Ecco, proprio per evitare un Ventrura bis, il ct Mancini conta di poter fare affidamento sulle qualità del suo numero 10. Sì, perché anche senza Chiesa - out per la lesione del crociato - la sua Italia ha bisogno di un leader tecnico in mezzo al campo e Insigne ha tutti i numeri per farsi carico dell'ingrato compito. Dopo il problema muscolare ha voluto subito rassicurare Mancio e tutto lo staff della Nazionale sulle sue condizioni, sui tempi di recupero e soprattutto sulla voglia incondizionata di esserci a marzo per la sfida contro la Macedonia prima ed eventualmente con una tra Portogallo e Turchia.

Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio, 08:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA