Inter-Napoli, il ritorno di Mertens:
Gattuso rilancia il tridente dei piccoli

Mercoledì 12 Febbraio 2020 di Roberto Ventre
Mertens torna centravanti. Gattuso lo aveva anticipato nel post partita contro il Lecce («Per me Dries è un 9») e effettuerà la mossa già stasera per la semifinale di andata di coppa Italia con l'Inter: al Meazza il belga giocherà da punta centrale nel tridente leggero con Callejon e Insigne esterni. Un ritorno al passato, quindi, a quello che era lo schieramento classico con Sarri, l'intuizione dell'ex tecnico azzurro per sopperire all'assenza di Milik (l'ultima volta giocarono insieme nel tridente dal primo minuto proprio nell'ultima partita con l'allenatore toscano in panchina il 13 maggio 2018 in Sampdoria-Napoli 2-4). In questa stagione Mertens ha giocato solo una volta da centravanti nel tridente leggero a Torino contro i granata di Mazzarri, sugli esterni però venero schierati inizialmente Lozano e Insigne (Callejon entrò nella ripresa al posto del messicano e i tre giocarono per 6 minuti insieme nel tridente: per l'ultima volta hanno poi giocato contemporaneamente dal primo minuto in Udinese-Napoli ma con il 4-4-2).

LEGGI ANCHE Inter-Napoli, Gattuso si affida a Mertens 

Dries titolare, quindi, dopo lo spezzone finale al Ferraris contro la Samp con il suo gol del 4-2 che chiuse definitivamente la partita e il secondo tempo con il Lecce al San Paolo con l'assist regalato a Milik per il momentaneo 1-1 degli azzurri. Il belga, superato il problema muscolare agli adduttori che l'ha costretto a restare fuori un mese, sta tornando sui suoi standard migliori di rendimento e ha ripreso l'inseguimento a Hamsik, il bomber azzurro di tutti i tempi con 121 reti. Mertens è a quota 119, a sole due lunghezze, quindi, dallo slovacco e ormai a un passo dall'aggancio. In questa stagione di reti ne ha segnate 10, cinque in campionato e cinque in Champions League ed è lui il capocannoniere europeo stagionale del Napoli: in totale in maglia azzurra tra Champions ed Europa League ha realizzato 25 reti. In coppa Italia di gol ne ha messi a segno cinque, uno di questi nelle finale del 2014 vinta 3-1 contro la Fiorentina. Due le reti all'Inter, entrambe al San Paolo, ancora all'asciutto invece nei precedenti al Meazza (sia contro i nerazzurri che contro il Milan): stasera l'attaccante belga proverà ad interrompere il tabù.

LEGGI ANCHE ​Inter-Napoli, fischia Calvarese dopo la bufera

Mertens è in scadenza di contratto e non ha rinnovato con il Napoli: l'accordo non è stato trovato e al momento resta la distanza tra le parti ma il discorso resta ancora aperto. Il suo futuro, quindi, è ancora tutto da decifrare ed è seguito da diversi club, tra questi anche l'Inter, oltre che diversi club all'estero. Una partita ancora apertissima quella del suo futuro da qui a giugno ma intanto la priorità è il presente: Dries è concentrato sulla semifinale di coppa Italia e tra gli obiettivi stagionali c'è proprio il trofeo vinto cinque volte nella storia dal club azzurro. Importantissimo sarà il primo round di stasera al Meazza in vista del ritorno del 5 marzo al San Paolo: Dries sogna un altro gol pesante in trasferta, come quello ad Anfield contro il Liverpool, dopo la doppietta realizzata nella partita precedente a Salisburgo (successo per 3-2 degli azzurri). In campionato ha realizzato due gol fuori casa: il primo nella partita di esordio a Firenze e il secondo nell'ultima esterna contro la Sampdoria). Per Dries stasera sarà l'esordio stagionale in coppa Italia, dopo aver saltato per infortunio le due partite di ottavi e quarti vinte al San Paolo con il Perugia e la Lazio. Centravanti del tridente leggero, la carta offensiva di Gattuso contro l'Inter: Dries è pronto.  © RIPRODUZIONE RISERVATA