Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Lozano si riprende il Napoli:
è la nuova scommessa di Spalletti

Mercoledì 22 Giugno 2022 di Bruno Majorano
Lozano si riprende il Napoli: è la nuova scommessa di Spalletti

Prima dello sbarco di Osimhen, Hirving Lozano ha portato saldamente in mano la bandiera di acquisto più caro dell'era De Laurentiis. Un fardello non da poco, che deve anche un minimo aver pesato sul suo rendimento. Quando è arrivato dal Psv era ancora 24 anni e quello era il primo grande salto nel calcio che conta. Pressioni, infortuni, caos incomprensioni tattiche ne hanno condizionato l'esplosione. È arrivato su esplicita richiesta di Carlo Ancelotti che ne era rimasto folgorato durante il mondiale in Russia, è cresciuto con Gattuso e ha trovato la sua dimensione definitiva con Spalletti. Ecco perché l'impressione chiara è che quella che verrà dovrà essere la sua grande stagione. 

Spalletti non lo ha mai considerato un'alternativa a Insigne, ovvero un esterno sinistro (ruolo per il quale era stato inizialmente acquistato dal Napoli per 45 milioni di euro), ma un esterno destro. Luciano ne ha apprezzato il passo lungo, lo spunto, la capacità di puntare la porta con il piede forte sull'esterno e adesso ha deciso di affidargli quel ruolo con assoluta priorità. Anche per questo, per la preferenza nei suoi confronti, Matteo Politano ha iniziato a storcere il naso e a chiedere insistentemente la cessione. Perché con Spalletti la maglia da esterno destro sembra essere blindata sulle spalle di Lozano. Il messicano (che sarà tra i pochissimi rappresentanti del Napoli al prossimo mondiale con la sua nazionale) ha avuto una crescita lenta, frenata da un adattamento faticoso e da una serie di infortuni che ne hanno condizionato il rendimento a Napoli. Ecco perché Spalletti adesso confida che questa possa essere la stagione della consacrazione, prima ancora che della sua esplosione. Nell'ultimo campionato ha segnato 5 gol e servito 6 assist, dimostrando di avere tutte le carte in regola per poter essere protagonista. Anche l'intesa tra velocisti con Osimhen sembra funzionare e già durante il ritiro a Dimaro, Spalletti sogna di mettere ulteriormente a punto il feeling tra i due, aggiungendo quel pizzico di imprevedibilità con l'innesto di Kvitcha Kvaratskhelia: il gioiellino georgiano che il Napoli ha strappato alla concorrenza prima di tutti. Intanto, a proposito di attaccanti, il Napoli continua a lavorare per il ruolo di sottopunta. Non ci sono ancora schiarite sull'ipotesi rinnovo di Mertens, e così resta apertissima la pista che porta a Gerard Deulofeu. Il Napoli sta aspettando di capire cosa succederà anche per quanto riguarda le altre cessioni, prima di sferrare l'offensiva decisiva per il fantasista spagnolo. 

La Corte sportiva di appello nazionale ha accolto il ricorso del Napoli sulla chiusura della Curva A per la prima giornata del campionato 2022-2023, decisa dal giudice sportivo per gli incidenti avvenuti a La Spezia durante l'ultima partita di campionato: ne ha dato notizia il club azzurro. Il calendario sarà reso noto venerdì 24 dalla Lega. 

Ultimo aggiornamento: 23 Giugno, 07:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA