Lobotka dice sì al Napoli
e Allan rinnova fino al 2024

Lunedì 30 Dicembre 2019 di Pino Taormina
Tra il Napoli e Lobotka s'è inserito il West Ham. L'offerta è al rialzo, ma soprattutto prevede una vendita immediata agli inglesi. Invece il club azzurro vorrebbe un prestito con diritto di riscatto in estate per 20 milioni (più una serie di bonus che, in ogni caso, portano alla valutazione del 25enne attorno ai 22 milioni). Il Celta ne vorrebbe 27. In questo braccio di ferro ha un peso enorme la parola del giocatore. E lo slovacco anche nelle ultime ora ha ribadito la sua scelta: il Napoli. Ha anche un'intesa con il club azzurro: 2,5 milioni di euro per 5 anni. Oggi è atteso a Londra il vertice che probabilmente spalancherà le porte all'arrivo di Lobotka a Napoli.

L'insidia del West Ham non va sottovalutata. Ma nelle ultime ore il direttore sportivo Giuntoli ha parlato più volte con l'entourage del centrocampista del Celta Vigo per saggiare le vere intenzioni del club galiziano. Il manager di Lobotka ha ribadito la linea del suo assistito che spinge per l'avventura al Napoli sulle orme del suo idolo Marek Hamsik. E questo spinge il Celta a non perdere tempo a valutare altre offerte. Siamo, in pratica ai dettagli. Le prossime ore saranno convulse perché il Napoli vuole Lobotka, ed è evidente, ma lo vuole il prima possibile. Ovvero, già in questa settimana. Perché di tempo da perdere ce ne è davvero poco. L'impressione è che quella di oggi sarà la giornata chiave anche perché il Napoli è pronto a lanciare una specie di ultimatum. Dovesse capire che il Celta punta all'asta, si tirerebbe dietro. Ma il Celta non lo farà: ha deciso di cedere Lobotka e, salvo imprevisti che in vicende del genere sono sempre all'ordine del giorno, l'affare si farà. La scelta di gennaio è fatta. Ed è il primo passo, questo, di una rifondazione che in estate sarà massiccia.

LEGGI ANCHE Napoli, niente Danilo Pereira: resta al Porto

I contatti tenuti in questo mese con l'entourage del brasiliano hanno portato alla svolta: siamo davvero a un passo dalla firma sul rinnovo del centrocampista. Allan non era una priorità nei rinnovi, visto che ha una scadenza nel 2023, ma l'offerta di gennaio scorso del Psg di circa 6 milioni di euro è evidente che non lo ha lasciato indifferente. Da qui l'esigenza di un ritocco verso l'altro del suo stipendio: in pratica il Napoli offre un prolungamento di un anno con ingaggio di circa 3 milioni netti. Nessuna clausola nel contratto. Intesa di massima c'è già. Così come è in arrivo una doppia fumata bianca polacca: tutto fatto per il rinnovo di Zielinski mentre ancora qualche ritocco per quello di Milik.

Il colpo Haaland allontana Mertens dal Borussia Dortmund. I tedeschi anticipano tutti e piazzano il colpo da novanta: solo 20 milioni andranno al Salisburgo, ovvero il valore della clausola. Ma per dire di sì al Borussia, Haaland ha ottenuto un contratto da 8 milioni, un bonus per la firma di 10 milioni e a Raiola sono andate commissioni per un totale di 15 milioni. Insomma, di che parliamo? Improbabile che a questo punto il Borussia paghi la clausola per l'estero di Mertens che, a questo punto, potrebbe andare via a parametro zero a giugno e strappare un nuovo contratto molto più vantaggioso. In ottica partenza, nei prossimi giorni il manager di Hysaj proverà a capire se Gattuso tiene in considerazione l'albanese: se la risposta dovesse essere negativa, cercherà un nuova squadra già in questa sessione invernale. Il casting a sinistra continua ed è incessante: a meno che Ghoulam non dia segnali di ripresa consistenti. Gattuso è pronto a offrirgli una chance, ma tutto dipende dalle sue condizioni. Il suo potente procuratore, Jorge Mendes, non avrebbe problemi a piazzarlo tra la Francia e il Portogallo. Sondato Leonardo Koutris dell'Olimpiacos. Il pallino resta Rodriguez del Milan ma solo con la formula del prestito secco fino a giugno.  Ultimo aggiornamento: 18:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA