Lozano, l'accordo col Napoli c'è
​Ora 40 milioni per arrivare a Icardi

Martedì 13 Agosto 2019 di Marco Giordano
Una trattativa che, in modo serrato, durava da sei settimane, una contrattazione chiusa con il PSV, un accordo quadro trovato con Raiola dopo la freddezza per qualche silenzio di troppo (causa Pepé), ma per formalizzare il passaggio di Lozano al Napoli mancavano ancora degli elementi: uno in particolare, che ha il sapore della questione atavica, quella legata ai diritti d'immagine. Così, domenica sera Raiola atterra a Napoli da Nizza, un'auto della società conduce l'agente all'Hotel Vesuvio, dove ha inizio la tornata di discussione con Aurelio De Laurentiis, continuata nella giornata di ieri e completata con un pranzo prima che l'agente tornasse al suo aereo privato alla volta della Costa Azzurra.

Con Mino Raiola è stato presente agli incontri anche l'avvocato Vittorio Rigo, legale che da sempre affianca l'agente negli aspetti tecnici. Accanto a De Laurentiis, invece, il figlio Edo, il ds Giuntoli e l'uomo dei conti, Andrea Chiavelli. Una riunione operativa che si è chiusa tra sorrisi, il rinvio di qualche dettaglio da limare ed un accordo che condurrà Hirving Lozano ad essere un giocatore del Napoli.
La necessità del meeting nasceva anche dal desiderio del PSV di stringere i tempi: il club di Eindhoven ha chiesto al Napoli di presentare un'offerta ufficiale: la ricerca di un sostituto, con la chiusura del mercato che avanza (visto anche l'infortunio di Pereiro) in casa olandese si fa più pressante. Lo stesso ha fatto Raiola, che non vuol più tergiversare per chiudere per El Chucky in maglia azzurra.

 

OFFERTA UFFICIALE
Dopo il meeting, il Napoli non ha perso tempo: al PSV è arrivata la prima offerta ufficiale da 42 milioni, con il 20% che andrà al Pachuca, club messicano che ha lanciato Lozano. Inoltre, c'è la possibilità del classico pagamento spalmato su più annualità, per non gravare troppo sul bilancio stagionale. La mail è arrivata agli olandesi nel tardo pomeriggio: ovviamente, restano documenti da firmare e controfirmare, qualche dettaglio su qualche percentuale che ancora manca: il passo, però, è stato fatto.
Siamo ai dettagli, mancano pochissimi step per la firma: la sensazione che tutto possa chiudersi prima di questo fine settimana è molto forte, anche se la partita del PSV del 15 agosto per la qualificazione alla prossima Europa League potrebbe, in qualche modo, dilatare i tempi.
La cifra, quella offerta, che renderà Lozano il calciatore più pagato dell'era De Laurentiis ed ovviamente, della storia stessa del Napoli, superando i 39 milioni versati nelle casse del Real per l'acquisto di Gonzalo Higuain. Anche per il PSV si tratta di un record, ma di senso opposto: la precedente cessione più remunerativa è stata quella di Depay allo United per 34 milioni. Un investimento fortemente caldeggiato anche da Carlo Ancelotti che può schierare El Chucky sia a destra nel 4-2-3-1 sia, all'occorrenza, può utilizzarlo come punta centrale. Con Raiola si è discusso anche della questione legata ai diritti d'immagine: anche in questo caso, con la presenza tecnica dell'avvocato Rigo e di Andrea Chiavelli si sono poste le basi di un accordo che dovrebbe esser ratificato in settimana. Lo stipendio di Lozano sarà intorno ai 4.5 milioni a stagione: stabiliti i bonus, sia singoli sia di squadra. Al termine dell'incontro, le facce distese dei protagonisti hanno immediatamente fatto percepire che l'accordo anche sulla gestione dei diritti d'immagine sia a un passo. Anche in questo caso, mancano solo dettagli tecnici, aspetti formali e qualche cavillo legato anche alle commissioni da rendere a Mino Raiola.

WANDA & DELA
Non destano particolari preoccupazioni le condizioni di Lozano, uscito dopo pochi minuti del secondo tempo nel match di domenica tra il PSV e l'Ado den Hag. Una botta al collo del piede della gamba destra che ha portato alla formazione di un'ematoma.
De Laurentiis, però, non spinge solo per Lozano. Il patron ha avviato contatti esplorativi con Wanda Nara e il suo entourage. Al momento, niente di concreto: il presidente sta cercando di persuadere la moglie-agente di Mauro Icardi che Napoli può tornare in apice alle preferenze, che si può riaprire un canale già avviato qualche settimana fa: si sta provando, soprattutto, a lavorare sulla punta argentina che continua a pensare alla Juventus. Una strada, anche, per ottenere che siano gli stessi Wanda e Maurito a schiodare l'Inter dalla posizione di 70 milioni che, al momento, blocca ogni potenziale trattativa. © RIPRODUZIONE RISERVATA