Lozano, un'altra chance a Napoli:
Gattuso spinge perla conferma

Venerdì 31 Luglio 2020 di Roberto Ventre
«Osimhen? Bisogna aspettare qualche giorno», ha detto De Laurentiis a margine dell'assemblea di Lega aggiungendo: «Se mostrassi quanto sono alti i contratti, in casa De Laurentiis, si capirebbe quanto tempo ci vuole». Ormai per l'attaccante nigeriano del Lille si attende davvero solo l'annuncio.

La novità è rappresentata dalla svolta in positivo di Lozano che ha ritrovato il sorriso, ieri ha festeggiato i 25 anni e sarebbe ben felice di restare a Napoli: il messicano è entrato in sintonia con Gattuso dopo un primo periodo di difficoltà, il tecnico calabrese che lo richiamò chiedendogli maggiore impegno in un allenamento alla vigilia della finale di coppa Italia contro la Juve. C'è stato poi un chiarimento con Ringhio che lo ha schierato di più in questo finale di stagione e ha avuto le risposte che si aspettava manifestandogli sempre più fiducia nei suoi confronti. Il Chucky, quindi, potrebbe sempre più concretamente restare e far parte della squadra dell'anno prossimo. Per il club azzurro è stato un investimento importante, 42 milioni al Psv per l'acquisto del nazionale messicano e una prima stagione non semplice in maglia azzurra anche se è apparso in crescita in questo finale di stagione in cui ha avuto più chances e giocando l'anno prossimo con maggiore continuità potrebbe far vedere maggiorente le sue qualità.

LEGGI ANCHE Osimhen, il bomber famelico senza scarpe

Il direttore sportivo Giuntoli si concentra sugli altri obiettivi, innanzitutto il sostituto di Callejon che dirà addio a fine stagione. L'esterno di attacco che piace molto è Boga del Sassuolo. «La politica del Sassuolo è abbastanza chiara, cercheremo di vendere meno possibile e lo dovessimo fare è perché abbiamo delle opportunità», ha detto l'ad Carnevali ieri a margine dell'assemblea di Lega. Tra i neroverdi corteggiati c'è proprio Boga, la valutazione è 40 milioni, il club azzurro si ferma a una cifra più bassa e proverebbe ad inserire nella trattativa Younes. Altro esterno di attacco nel mirino è il turco Under della Roma.
 
 

Ora il Napoli dovrà anche vendere. I pezzi pregiati sono Koulibaly, Allan e Milik. Il difensore senegalese piace al City che segue anche Akè del Bournemouth che costerebbe decisamente di meno (intorno ai 40 milioni, la valutazione di Koulibaly è più del doppio). Se dovesse andare via il Napoli punterà sul brasiliano Gabriel del Lille (il club azzurro proverà ad inserire nel discorso Ounas, tra gli elementi in uscita). Allan è nel mirino di Everton, West Ham e Atletico Madrid, si parte da una base di 40 milioni per il centrocampista brasiliano. Se dovesse partire il primo obiettivo per la sua sostituzione sarebbe il francese Veretout della Roma. E 40 milioni è la valutazione di Milik (che non ha rinnovato e ha il contratto in scadenza tra un anno), in pole position c'è a Juve, la squadra che vuole l'attaccante polacco ma c'è da raggiungere l'accordo economico tra i due club (una contropartita tecnica che potrebbe interessare al Napoli è quella di Bernardeschi ma è una pista difficilmente percorribile). In uscita c'è anche Ghoulam, il terzino algerino schierato da Gattuso nel finale di partita con l'Inter, andrà via a fine stagione e per lui potrebbe materializzarsi qualche destinazione francese. Sarà ceduto anche Llorente.

Il direttore sportivo Giuntoli sta lavorando sui rinnovi, attesi gli annunci di Zielinski e Maksimovic, da considerare ormai tutto risolto per il centrocampista polacco e per il difensore serbo, tutti e due in scadenza 2021. A ottimo punto il discorso con Di Lorenzo e Mario Rui, altre due trattative ormai in chiusura. A buon punto anche il discorso con il giovane centrocampista macedone Elmas. E aumentano le possibilità di riconferma per Hysaj che si è rilanciato con l'arrivo di Gattuso.  © RIPRODUZIONE RISERVATA