Napoli, Mertens resta in bilico:
Atletico, Chelsea e Inter non mollano

Domenica 29 Marzo 2020 di Marco Giordano
Tanto allenamento, qualche videochiamata, il desiderio fortissimo che questo periodo terribile finisca il prima possibile: le giornate di Dries Mertens trascorrono come quelle dei suoi compagni, ponendosi anche tante domande, sul proprio futuro, con il pensiero rivolto alla compagna Katrin, sempre al suo fianco, ma anche alla famiglia in Belgio. Quanto al suo futuro, il campione belga ha fatto un passo importante domenica primo marzo, quando ha incontrato il presidente De Laurentiis in un albergo di via Partenope, il giorno dopo la vittoria sul Torino, per discutere il prolungamento del contratto. Raggiunta un'intesa di massima, però manca la formalizzazione del rinnovo e alcuni club sarebbero tornati in pressing su chi cura gli interessi di Dries.

A poco più di tre mesi dalla scadenza del contratto, l'iter di una trattativa per il rinnovo ha visto Mertens fare il primo passo nel giugno scorso, prima di qualche dichiarazione poco gradita del patron, prima dell'ammutinamento, ma anche prima della stagione che lo ha condotto ad essere il miglior goleador della storia azzurra con Hamsik a quota 121 reti. Quel passo fatto da Mertens si sostanziò in una richiesta diretta: un triennale alle cifre già percepite (4 milioni netti a stagione), con un bonus alla firma che compensi, secondo l'entourage del belga, la fedeltà ed i risultati raggiunti in azzurro. Inoltre, c'è stata la richiesta di vedere un Napoli sempre più completo nell'organico.

Se l'incontro del primo marzo ha messo, comunque, un nuovo punto di partenza importante per le trattative, ci sono tre club che continuano a spingere in modo significativo. Perché Inter, Chelsea (che a gennaio ha anche provato a prenderlo subito) ed Atletico Madrid non si fanno frenare dalla carta d'identità, rilanciando anche sulla richiesta fatta da Mertens al club, arrivando a sfiorare i 6 milioni a stagione, acquisendolo a parametro zero, con bonus alla firma tale da poter quasi considerarsi un acquisto del cartellino: inoltre, si tratta di realtà che spingono per puntare in alto nei rispettivi campionati e hanno anche, per motivi diversi, un'attrattiva particolare sul belga. Perché Lukaku, la Premier e il Cholo Simeone sono stimoli di spessore. Intanto, il passo fatto dal Napoli c'è: 4 milioni per un biennale, quello che filtra da ambienti societari. Peraltro il club è convinto che l'intesa col belga sarà rinnovata dopo che si è mosso direttamente De Laurentiis. Mertens è lì che riflette, il rinnovo resta l'opzione più vicina.  © RIPRODUZIONE RISERVATA