Milan-Napoli e la sorpresa di Pasqua:
niente rigori ai rossoneri e gioia social

Lunedì 15 Marzo 2021
Milan-Napoli e la sorpresa di Pasqua: niente rigori ai rossoneri e gioia social

Tutta Italia aspettava Milan-Napoli: gli interisti facevano il tifo per gli azzurri sperando di staccarsi nella lotta scudetto, i romanisti già polemici per il rinvio di Juve-Napoli, speravano nella vittoria dei rossoneri per poter tenere dietro il Napoli nella corsa alla zona Champions. Ma anche juventini, laziali e tanti altri tifosi guardavano la gara con interesse per la classifica di Serie A.

È forse anche per questo che sui social sembravano tutti impazziti: «Grazie Napoli»; «Super Politano, cuore nerazzurro», i commenti dalla Milano interista, accanto a qualche zeppatina: «Finalmente Gattuso ha vinto a San Siro, bene». Ma dall’altro lato tanta rabbia e forse anche un po’ di frustrazione: «Partita decisa dall’arbitro», «Mancava rigore e rosso a Di Lorenzo»; «Napoli is the new Juventus». E qualche giallorosso ci va giù pesante: «I poteri forti hanno deciso che le squadre più potenti andranno in Champions, ossia Inter, Juve, Milan e Napoli». «Magari», è la risposta pacata dei napoletani, che negli ultimi anni ne hanno viste di tutti i colori. 

 

Sotto accusa il direttore di gara, preso di mira con numerose ironie sul suo nome: «Non può essere sempre Pasqua. Festeggiano in anticipo»; «Le restrizioni per Pasqua dicono di non regalare rigori al Milan». E poi l’immagine del tipico uovo di cioccolato con dentro il marcatore della serata e la scritta Buona Pasqua. In tanti invece parlano del rigore non dato dopo il fallo di Bakayoko su Theo nonostante l’intervento del var, ma i napoletani rivendicano il loro risultato: «Questi milanisti sono convinti di poter vincere sempre a suon di rigori. Non accettano gare in cui non ne hanno a favore». Argomento controverso, che sicuramente farà storia dopo il dialogo fra l’arbitro e Mazzoleni dalla sala var. «Sicuro che sia rigore?», aveva chiesto Pasqua. E poi rivedendo l’azione non ha cambiato idea, scatenando una marea di polemiche. Episodio forse al limite. Ma alla moviola anche i falli di Di Lorenzo e Theo sembravano entrambi da rosso diretto secondo le rispettive tifoserie, tanto che per molti l’infortunio di Pasqua pare essere quasi una punizione divina. O di Ibra: «Tu non dai il rigore, e Zatlan ti punisce». 

Una vittoria che, nonostante le polemiche, restituisce dignità e speranza a Gattuso e ai suoi: da quando sono tornati disponibili alcuni dei titolari il Napoli sembra aver cambiato rotta. Con Osimhen e Mertens disponibili, nonostante non siano ancora al top della forma e ci siano ancora tante assenze, gli azzurri guadagnano dieci punti importanti nelle ultime quattro gare e rientrano nell’apertissima corsa al quarto posto.

«Finalmente carattere», scrivono i tifosi azzurri. Merito anche di Hysaj e Maksimovic, due giocatori che a causa delle assenze erano gli unici disponibili nel ruolo e che destavano non poche preoccupazioni. E invece a fine gare tanti applausi per loro, in particolare per Elseid: «Sembrava irriconoscibile»; «La migliore prestazione dal suo arrivo a Napoli»; «Riusciva addirittura a fraseggiare senza cadere»; «Forse la notizia del ritorno di Sarri lo ha fatto rinvenire». E c’è anche chi ci va giù pesante: «Fate l’antidoping all’albanese», ha addirittura ironizzato qualcuno dopo aver visto la grande prestazione. Anche Koulibaly e Insigne si sono confermati fra i più amati dai napoletani specie dopo il 7 in pagella al quale hanno spesso abituato il loro pubblico. 

 

Tutt’altro che complimenti invece per Bakayoko, non solo per l’intervento rischioso su Theo, ma per una prestazione ricca di lacune: «Vi prego, non fatemelo più vedere in campo»; «Perché Gattuso vuole perdere la gara facendo entrare quel legno?»; «Ok, gli ultimi minuti il Napoli gioca con uno in meno grazie ai cambi di Rino». Ma alla fine gli azzurri hanno portato a casa il risultato, pur con qualche brivido.

E allora torna la speranza in città: prima la notizia del rinvio della gara con i bianconeri che rasserena gli animi evitando così le tre trasferte di seguito in sette giorni. E poi si intravede l’anima di una squadra che sembrava spenta. Ora invece torna viva. E mentre la Roma perde col Parma e si avvia alla trasferta in Ucraina, gli azzurri si concentrano sul campionato sperando di recuperare energie e soprattutto giocatori. È così che Napoli torna a sorridere. E a sentir le polemiche sul rigore i napoletani proprio non ci stanno e si sfogano sul web: «Ma ‘over fanno? Questi parlano del rigore su Theo e non del bruttissimo fallo di CR7, non punito? Era da rosso, se non da arresto. Eppure fa più notizia un rigore che pare non esserci che cose così plateali». 

Ultimo aggiornamento: 12:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA