Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli avanti col piano B:
in attacco tutto su Barak e Brekalo

Venerdì 20 Maggio 2022 di Bruno Majorano
Napoli avanti col piano B: in attacco tutto su Barak e Brekalo

Il Napoli guarda avanti. Non solo alla sfida di domenica alle 12.30 sul campo dello Spezia, ma oltre. Perché oramai il terzo posto e l'accesso alla prossima edizione della Champions League sono in cassaforte. E allora è già tempo di pensare a quello che sarà il Napoli del futuro, quello che nella prossima stagione potrebbe puntare ancora più in alto, alzando l'asticella dalla semplice zona Champions allo scudetto.

Tra le certezze del Napoli per la stagione 2022-23 ci sarà il vuoto lasciato da Lorenzo Insigne. Dopo 10 anni di onorato servizio, il capitano lascerà la maglia azzurra per trasferirsi in Canada e giocare con il Toronto. A quel punto, quindi, ci sarà da trovare qualcuno in grado di accendere la luce al suo posto in avanti. Il primo nome sulla lista di Spalletti sarà quello di Kvaratskhelia che arriverà come primo acquisto per la prossima stagione, ma l'impressione è che lì davanti potrebbe non essere il solo volto nuovo. Ci sono due nomi che iniziano a circolare con particolare insistenza dalle parti di Castel Volturno: Barak e Brekalo. Si tratta di due giocatori dalle spiccate caratteristiche offensive e che quest'anno si sono messi in mostra con le maglie di Verona e Torino. La strada che porta al fantasista ceco (quest'anno 11 gol in 29 presenze con la squadra di Tudor)non è esattamente la più facile di tutte, e non solo per le richieste avanzate dal club veneto. Si parte da una cifra iniziale di circa 20 milioni di euro, sulla quale il Napoli spera di ottenere un minimo sconto. Il problema, poi, potrebbe diventare l'interlocutore, perché in casa Verona c'è aria di cambiamenti. Il ds Tony D'Amico sta per accasarsi all'Atalanta e ancora non c'è chiarezza circa il nome del suo successore. Il Napoli, quindi, dovrà prima di tutto assicurarsi l'ok da parte del giocatore e una volta acquisito il «sì», andare a bussare alla porta del Verona per trattare sul prezzo giusto per portarlo alla corte di Spalletti. Antonin Barak sarebbe perfetto sia come esterno, ma anche come trequartista alle spalle dell'unica punta, perché ha tempi di gioco, tempi di inserimento e grande visione della porta. Il Napoli è sulle sue tracce già da qualche anno, ma questa potrebbe davvero essere l'estate giusta per sferrare il colpo decisivo. 

Diversa, invece, la situazione per Josip Brekalo. Il trequartista croato è reduce da un'ottima prima stagione in serie A. Con la maglia del Torino ha realizzato 7 reti in 32 presenze, diventando una delle pedine chiave nello scacchiere di Juric. La scorsa settimana, però, il giocatore ha comunicato al Torino di non voler rimanere anche il prossimo anno e di voler inizialmente ritornare al suo club di appartenenza, il Wolfsburg. Il ds del Toro Davide Vagnati, ha svelato il motivo dell'addio: «Abbiamo avuto più di un incontro con Josip e col nuovo agente, anche col padre. Da qualche mese ha comunicato a me e allo staff tecnico che il suo desiderio è di non continuare con noi, con grande rammarico perché Josip ha fatto bene. Il presidente era pronto a fare un investimento importante. Finita la partita col Verona abbiamo voluto io e il presidente parlare col ragazzo. Purtroppo non c'erano i presupposti, ha una sua idea», ha aggiunto Vagnati. Brekalo, infatti, vorrebbe giocare in Champions League e Napoli potrebbe diventare la piazza giusta per crescere ancora. Giuntoli, però, dovrà parlarne con i tedeschi del Wolfsburg che al momento non sembrano intenzionati a trattarne la cessione per meno di 15 milioni di euro. 

Ultimo aggiornamento: 21 Maggio, 07:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA