Cassano incorona Osimhen:
«Se quel gol lo avesse fatto Ronaldo...»

Martedì 19 Ottobre 2021 di Cristiano Tarsia
Osimhen e il suo gol di testa contro il Torino

La benedizione arriva da uno che di talento ne capisce. Magari sprecato. Ma Antonio Cassano non ha peli sulla lingua e dice sempre quello che pensa. E Osimhen piace tantissimo all'ex gioiellino barese, ex Roma e Real Madrid. E non ci mette tanto a scomodare paragoni illustri, di quelli che potrebbero solo inorgoglire il Victor napoletano. Sulla Bobo Tv consueto appuntamento per un Cassano a tutto tondo, insieme agli amici Christian Vieri, Nicola Ventola e Lele Adani. Con puntata su Victor Osimhen. E non potrebbe essere altrimenti visto che il numero 9 azzurro è l'uomo copertina del momento: «Il gol che ha fatto con il Torino è stato incredibile. Quando l’ha fatto Cristiano Ronaldo tutti l’hanno elogiato e hanno messo quanti metri e centimetri ha saltato. Domenica Osimhen ha fatto un gol di testa che mi ha ricordato quelli che faceva Drogba. Ha fatto un gol clamoroso, è andato sopra la traversa e ha fatto un gol pazzesco». C'è da dire che Cassano soffre non poco Cr7, visto che secondo lui «Cristiano Ronaldonon è neanche nei migliore cinque giocatori. Migliore giocatore della storia del calcio? Basta queste sceneggiate: non è neanche nei migliori cinque. Per quanto mi riguarda Messi, Pelè, Maradona, Cruyff e Ronaldo il fenomeno sono di un altro livello». 

Poi anche uno sguardo su due rivali del Napoli nella corsa scudetto. Innanzitutto Juventus bocciata senza appello.  «La Juve ha difeso in 9 contro la Roma. Il gol è stato casuale. La Juve fa grande fatica, non aspettatevi altro. Non cambierà niente: a 50 metri dalla porta, tutti arroccati in area con Chiellini che dà il cinque a Szczesny. La Juve continuerà a fare questo. Rientrata in gioco per lo scudetto? Ne dubito, domenica c’è l’Inter. È sesta».

Invece parola al miele per il Milan, secondo in classifica e sua ex squadra, e un suo giocatore in particolare. «Nello spogliatoio del Milan sta accadendo qualcosa di fantastico e credo che Kessie possa presto diventare capitano e bandiera rossonera. Spero davvero che si possa chiudere al più presto per il rinnovo. Vorrei che la dirigenza gli facesse un contratto di 5 anni, non penso che Franck voglia grandi cifre ma solo rispetto. Però non capisco il suo tira e molla con il Milan. Se decide di non rinnovare alle condizioni della società, la dirigenza dovrebbe metterlo fuori rosa fino al termine della stagione». 

 

E infine due parole anche sul comandante Sarri e sulla sua Lazio. «Per la prima volta, inizio a vedere qualcosa di Sarri con continuità. La Lazio ha fatto una grandissima partita contro l'Inter, con delle pecche visto che Sarri non ha i giocatori che vorrebbe. Ho visto una grandissima Lazio, ha giocato anche sotto 1-0. E Felipe Anderson ha disintegrato Bastoni, l’ha scherzato». 

Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre, 09:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA