Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il Napoli torna sul jolly Barak:
doppia operazione con Casale

Mercoledì 29 Giugno 2022 di Bruno Majorano
Il Napoli torna sul jolly Barak: doppia operazione con Casale

Una pista che ritorna a riscaldarsi. E in questo caso la colonnina di mercurio che in questi giorni sta salendo sempre più su, non c’entra niente. Sì, perché dopo un momento di raffreddamento, il Napoli ha ripreso a pensare - seriamente - ad Antonin Barak. Il centrocampista tuttofare del Verona, infatti, sarebbe perfetto per ricoprire un po’ tutti i ruoli della mediana: un jolly utilissimo per Spalletti in vista di una stagione ricca di impegni. E allora? Il club azzurro ha bussato nuovamente alla porta del Verona per capire se le intenzioni sono sempre le stesse.

Negli ultimi giorni, infatti, i contatti tra le due squadre si sono intensificati perché tra i desiderata di Spalletti ci sarebbe anche Nicolò Casale. E allora parlando del futuro del centrale (che piace e non poco), il Napoli ha chiesto informazioni anche sulla situazione Barak. La risposta è stata chiara: il giocatore può andare via, ma alle cifre che chiede il Verona. Si parla di almeno 20 milioni di euro che il club veneto vorrebbe incassare subito, quindi niente prestiti. Il Napoli, però, spera in un piccolo sconto, puntando anche sul fatto che l’operazione Barak e quella Casale potrebbero essere collegate. Per il centrale, infatti, il Verona chiede 10 milioni di euro (ma accetterebbe anche la forma del prestito con obbligo di riscatto) e il club azzurro potrebbe chiudere l’operazione a 30 milioni complessivi. Barak è un vecchio pallino di Giuntoli e del Napoli che già nelle passate sessioni di mercato ha provato a strapparlo al Verona, ma senza fortuna. Ecco perché questa, invece, potrebbe diventare l’occasione giusta per concludere l’affare e regalare a Spalletti il doppio colpo: il centrale difensivo e il jolly di centrocampo. Nell’ultima stagione di serie A, Barak ha contribuito alla bellezza di 15 reti per il Verona: 11 gol e 4 assist, dimostrando anche una grande capacità di rendersi utile a tuttocampo.

Da un punto di vista tattico, infatti, il ceco potrebbe occupare uno dei tre posti alle spalle della punta centrale, ma potrebbe essere molto utile anche come mezzala in un centrocampo a tre. La trattativa potrebbe entrare nel vivo già durante questa settimana, anche se la priorità per il Napoli al momento è trovare una soluzione per gli esuberi. Su tutti andrebbe trovata una destinazione per Ounas e Petagna, mentre Politano è alla ricerca di una squadra che presenti al Napoli l’offerta giusta per partire. Con i soldi incassati dalle cessioni di Ounas, Petagna, Politano e Demme, poi il club azzurro potrebbe iniziare a muovere le prossime manovre in entrata dopo quelle già messe a segno a inizio mese con gli arrivi di Olivera e Kvaratskhelia, oltre al riscatto di Anguissa. Ecco perché al momento è ancora in fase di stallo la trattativa con l’Udinese per Deulofeu, con lo spagnolo che aspetta solo un cenno dal Napoli per mettere la firma sul contratto che lo legherà al club azzurro. In avanti si lavora sempre sotto traccia per Solbakken del Bodo Glimt, approfittando del fatto che il giocatore andrà in scadenza con il club norvegese alla fine della prossima stagione.

In casa Inter, archiviato il ritorno di Lukaku, si valutano le offerte che arrivano dall’estero per Skriniar. Il difensore slovacco piace molto al Psg e al Chelsea, ma le prime offensive sono state già rimandate al mittente. L’impressione, però, è che il muro alzato dall’Inter possa crollare a breve e che la prossima offerta milionaria (dai 75 milioni a salire) potrebbe essere quella giusta per aggiudicarsi il centrale. A proposito di Parigi, il Paris St. Germain ha deciso: vuole che Neymar vada via. E, secondo quanto riferito a Rmc da una fonte vicina al presidente Al-Khelaifi, e poi pubblicato da alcuni media spagnoli, c’è già stato un incontro fra la dirigenza del club parigino e il padre del calciatore, Neymar Senior. Il quale avrebbe chiesto il pagamento di tutte le spettanze previste dal contratto per dare il via libera alla rescissione. Ma si tratta di una cifra che, secondo «El Pais», sfiorerebbe i 200 milioni. Così ora il Psg si starebbe adoperando per cedere il calciatore (che nei giorni scorsi sarebbe già stato offerto a Juventus e Chelsea), con il club parigino che, pur di disfarsi di Neymar, sarebbe disposto a pagare anche una parte dell’ingaggio.
 

Ultimo aggiornamento: 30 Giugno, 08:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA