LA DIRETTA

Napoli-Barcellona 1-1: non basta Osimhen, si deciderà tutto al ritorno

Sfida dura al Maradona per gli azzurri

Francesco Calzona in conferenza con Di Lorenzo
Francesco Calzona in conferenza con Di Lorenzo
Martedì 20 Febbraio 2024, 06:00 - Ultimo agg. 22 Febbraio, 07:05

Le immagini del match

 

Finita!

Finisce 1-1 al Maradona: Osimhen risponde a Lewandowski. Tutto si decide nella gara di ritorno il 12 marzo!

Recupero

Quattro minuti di recupero concessi.

Ci prova il Cholito

Napoli all'attacco nel finale: tiro murato a Simeone.

Politano si fa male

Politano lascia il campo per un problema alla coscia. Entra Raspadori.

GOOOOOOOL

Osimhen pareggia! 1-1 al Maradona con il gol del nigeriano che torna in panchina lasciando spazio a Simeone.

Primi cambi

Calzona richiama Kvaratskhelia in panchina con Cajuste: in campo Lindstrom e Traoré.

Una sentenza Lewa!

Lewandowski sblocca il match: destro preciso in area di rigore e Meret battuto.

Jesus spazza l'area

Cancelo pericoloso, il cross viene però spazzato dal difensore brasiliano prima che Lewandowski possa tirare.

 

Ancora pericolo Barcellona

Bella giocata di Lamine sulla destra, il tiro di Gundogan viene parato da Meret.

Si riparte!

Comincia la ripresa.

 

Politano all'intervallo: Dobbiamo spingere

«Abbiamo preso le misure, bisognerà ripartire dagli ultimi dieci minuti del primo tempo. La loro fase difensiva non è l'arma migliore, dobbiamo spingere di più» ha detto Politano all'intervallo.

Gli azzurri all'attacco

Il Napoli spinge e prova a rispondere al Barcellona. Kvara e Osi non trovano spazi.

Osimhen ci prova

Il Napoli si affaccia dalle parti del Barcellona con Osimhen, ma l'azzurro è in fuorigioco.

Meret salva il risultato!

Il portiere azzurro mura Lewandowski e salva ancora lo 0-0

Si vede il Napoli

Primo calcio d'angolo per gli azzurri, ma nulla di fatto.

Ci prova Lewa

L'attaccante polacco in area, ma il suo sinistro finisce a lato.

Barcellona subito pericoloso

Doppia occasione blaugrana in avvio: si salva il Napoli.

Calzona si aspetta tanto da Osimhen

«Mi aspetto tanto da lui perché è un top player mondiale. L’ho visto bene, con tanto entusiasmo, mi aspetto tanto da lui» dice Francesco Calzona su Victor Osimhen, il bomber che torna titolare a due mesi dall'ultima volta «De Laurentiis nello spogliatoio? Non ci sono problemi, il presidente è stato con me carinissimo. Era sereno, non mi ha chiesto nulla di particolare. So che abbiamo degli obiettivi. Sa benissimo come la vedo io, ma se vuole venire nello spogliatoio può venire. Vorrei fare la partita perché abbiamo i mezzi per farlo. Ovviamente contro una squadra forte ci saranno momenti in cui andremo in sofferenza. Ma mi aspetto che faremo la partita».

Napoli-Barcellona, parla Meluso

«Ha avuto subito impatto positivo sulla squadra, si è visto nei due allenamenti che ha potuto fare. Ho visto il gruppo reattivo, anche se non si poteva fare molto. Quando c'è un cambio c'è anche una scossa. Ci aspettiamo che si possa vedere subito» le parole di Mauro Meluso.

«Calzona non è uno che tradisce l'emozione. Stamattina ha voluto fare un altro allenamento per ripassare la parte tattica e per scaricare un po' di adrenalina che aveva. Sicuramente abbiamo commesso qualche errore, non è il momento di fare bilanci: oggi De Laurentiis aveva anche impegni istituzionali, ma siamo sereni e convinti della scelta fatta» ha detto a Sky Sport.

Parla Mazzocchi

«Calzona ha saputo darci tantissimi concetti in poco tempo, noi ora dobbiamo metterli in campo e ritrovare compattezza. Questa è una di quelle partite che in questo momento ci serviva giocare per la sua importanza dice Pasquale Mazzocchi, in panchina per la prima gara del nuovo allenatore «Questa è una squadra abituata a prendersi le sue responsabilità, noi facciamo tutto per i nostri tifosi perché se lo meritano».

Napoli-Barcellona, le formazioni ufficiali

Napoli 4-3-3: Meret, Di Lorenzo, Rrahmani, J. Jesus, Olivera; Anguissa, Lobotka, Cajuste; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia.

Barcellona 4-3-3: Ter Stegen, Koundé, Martinez, Araujo, Cancelo; Gundogan, Christensen, de Jong; Yamal, Lewandowski, Pedri.

Hamsik, la verità sul futuro

«Devo solo ringraziare Calzona per avermi voluto nel suo staff. Per lui è un sogno essere in azzurro. Resta un allenatore straordinario anche se ha fatto sempre il secondo: ha personalità, in nazionale il gruppo lo adora. Se porterà il suo carattere anche a Napoli allora farà centro. Mi spiace per Mazzarri, gli voglio bene e dovevo venire qui a incontrarlo ma non ci sono riuscito.

Anche De Laurentiis mi ha chiesto del futuro, ma a 36 anni non penso sia il momento giusto. Ci sarà tempo per tornare, spero di trovare sempre le porte aperte qui a Napoli».

Napoli contro i numeri

La squadra azzurra ha perso solo una delle ultime 16 partite di Champions League sul proprio campo di casa, quella che è arrivata contro il Real Madrid il 3 ottobre scorso.

Hamsik al Napoli possibilità concreta

Dopo Calzona, il ritorno in azzurro dell'ex capitano sembra potersi davvero avverare. come confermato dall'entourage.

 

Hamsik tra l'amore dei tifosi

L'ex capitano slovacco è stato presente al pranzo Uefa tenutosi a Posillipo. All'uscita Marek è stato abbracciato da tanti tifosi napoletani corsi per salutarlo.

 

Napoli-Barcellona, i convocati: out Ngonge, c'è Osimhen

La sconfitta di Spalletti (e Calzona)

Il Barcellona ha vinto 2-4 nell'ultima partita disputata sul campo del Napoli, negli spareggi di Europa League 2021-22. Sulla panchina degli azzurri sedeva anche Calzona, all'epoca assistente di Spalletti, oggi al debutto da capo allenatore. 

I precedenti

Il Napoli non ha mai battuto il Barcellona in una partita ufficiale: nei quattro precedenti due pareggi e due vittorie dei blaugrana. 

Potenziato il trasporto pubblico

Con il pienone previsto questa sera allo stadio Maradona, Trenitalia ha disposto corse metropolitane straordinarie della Linea 2 oltre il consueto orario di termine del servizio, così da consentire un più agevole deflusso degli spettatori. Complessivamente saranno sette le corse supplementari, per un totale di 4.100 posti, in partenza dalla stazione di Napoli Campi Flegrei, cinque in direzione Napoli San Giovanni-Barra e due in direzione Pozzuoli. 

È il giorno del big match

Ci siamo: è il giorno del big match! Napoli e Barcellona si sfideranno questa sera allo stadio Maradona nell'andata degli ottavi di finale di Champions League. Ritorno in Spagna martedì 12 marzo. 

Napoli-Barcellona, la conferenza di Calzona

 

Finisce la conferenza stampa di Calzona

Si chiude così il primo giorno da napoletano per il neo allenatore azzurro. Domani la sfida contro il Barcellona al Maradona.

Calzona insieme con Hamsik?

Si torna a parlare dell'ex capitano slovacco: «Volevo Hamsik con me qui a Napoli, ma in Slovacchia gestisce una accademia importante e non è riuscito a organizzarsi. Ma mai dire mai, insieme con Maradona è tra i più amati qui in città. È una persona fantastica, lavoriamo insieme in nazionale ed è veramente bravo».

La voglia di Calzona

Non ci sono troppe strade per il neo azzurro: «Le mie squadre devono avere una mentalità chiara, essere ordinate. E dobbiamo fare anche risultati. Avremo pressione addosso, ma non ci dobbiamo pensare. Dovremo divertirci. E se lo facciamo, faremo bene».

Calzona già pensa al 4-3-3

«Mi piace il 4-3-3 ma non mi lego ai moduli. La squadra ha caratteristiche determinate» ha spiegato Calzona «È stata una fortuna lavorare con Sarri e Spalletti, diversi sul campo ma con grande personalità. Non li ho sentiti, è successo tutto molto in fretta: ho sentito solo i miei familiari in queste ore».

Di Lorenzo, giusti i fischi

Dopo il Genoa, la contestazione delle Curve al Maradona: «È giusta, i tifosi sono liberi di farlo quando le cose non vanno bene. Noi non possiamo dirgli niente, ci stanno sempre vicino. Ma meritiamo tutti una bella notte, ci auguriamo che sia possibile già domani per svoltare la stagione» ha detto il capitano. 

Calzona pensa già alla difesa

«Non firmo per il pari. Siamo il Napoli, siamo forti e giochiamo in casa. Non accetto poter pensare a un pareggio prima della partita. Se poi il Barcellona sarà così bravo allora ci penseremo, ma giochiamo per vincere» le parole del neo allenatore napoletano «Se i calciatori faranno quello che chiedo io, allora sarò felice. Perché capirò che credono alle mie idee. Sarebbe un grande risultato.  Ho chiesto al gruppo di essere squadra, già questo mi basterebbe. Non accetto calciatori che non difendono».

Calzona, le voglie di De Laurentiis

Il primo incontro con il patron: «Non ho avuto alcun contatto con il club nei mesi scorsi. De Laurentiis non è contento della situazione, mi ha chiesto di credere ai nostri obiettivi: andare avanti in Champions e puntare la qualificazione alla prossima».

Calzona: felice di essere tornato

«Sono felice di essere qui, avevo adrenalina a mille già in tangenziale. Debitteremo contro una squadra forte ma non mi spaventa, siamo forti anche noi.

Dobbiamo ritrovare alcuni concetti» ha continuato Calzona. Che vede già i difetti: «Serve la convinzione. Credo alle nostre qualità, le abbiamo dimostrate. In Champions hanno già fatto bene».

Di Lorenzo rincara la dose

Arriva il capitano: «Se cambi allenatore per tre volte vuol dire che c’è qualcosa che non va. La squadra ne è consapevole, sappiamo di dover fare di più. Ci mettiamo subito a lavoro con Calzona, non siamo contenti e siamo tutti responsabili».

Il Napoli non avrà paura

«Il Barcellona ha qualche difficoltà ma è tra le più forti d’Europa. Hanno grandissimi calciatori, c’è un top allenatore, ma non avremo paura: siamo il Napoli».

Osimhen sta bene

«Domani c’è lo stadio pieno, il pubblico napoletano è speciale. Ma non gli chiedo niente, dovremo essere noi bravi a renderli felici» ha continuato Calzona in conferenza «Osimhen si è allenato con noi. Non ci siamo allenati troppo oggi, avevamo molto da fare, ma era a pieno ritmo. Domattina ci alleneeremo di nuovo e valuteremo».

Calzona: restiamo tutto

«Si riparte da oggi, resettiamo tutto. La squadra si è messa subito a disposizione: poche parole e molti fatti. Siamo andati subito in campo» le prime parole di Ciccio Calzona da allenatore del Napoli.

La conferenza stampa di Calzona in diretta

Comincia la conferenza stampa di Francesco Calzona.

Non si firma per il pari

Andata e ritorno, ma non c'è da pensarci subito: «Noi scendiamo in campo per vincere, siamo il Barcellona, il pareggio non sarebbe un buon risultato. Ma vediamo come si metterà e alla fine della gara lo capiremo» ha spiegato Xavi.

Xavi oltre le critiche

«Ci criticano? Sì, ma noi non dobbiamo pensare alle critiche. Dobbiamo pensare ai tifosi» ha spiegato il catalano «Siamo in Champions, dobbiamo concentrarci solo su questo. Se passeremo ai quarti ci direte che bisognerà fare di più. Ma per il momento guardiamo a domani: il Barcellona deve competere in Champions. Non penso al fatto che andrò via, il Barcellona è il club della mia vita. Devo trasmettere alla squadra le mie motivazioni».

Occhio a Lewandowski

Sotto la lente di ingrandimento degli azzurri ci sarà Robert Lewandowski, attaccante polacco anche guida del gruppo catalano: «Lewandowski, così come tutti gli altri, è importante per noi. Un leader. Gli ottavi sono lo scenario perfetto per chi ha talento. Credo che possiamo fare una grande partita».

Chi è il favorito?

«Non c’è un favorito: loro hanno vinto lo scudetto e noi la Liga, ma abbiamo problemi entrambi. Decidete voi chi è il favorito. Noi dovremo dimostrarlo in campo qui e poi in casa» ha spiegato Xavi. 

Comincia la conferenza di Xavi

L'allenatore presenta la sfida: «Torniamo agli ottavi e vogliamo i quarti di finale. Domani dovremo mostrare le qualità e il lavoro fatto. Ci sono i presupposti per una grande partita. Il cambio allenatore ci ha sorpreso, ma avranno i loro motivi: Calzona conosce bene la squadra e la città. Noi non sappiamo cosa affronteremo, ma dovremo fare bene quello che sappiamo. Giochiamo contro i campioni d’Italia: Osimhen e Kvaratskhelia sono di altissimo livello».

De Jong: Napoli forte per noi

Continua il blaugrano: «Il Napoli ha una squadra forte, calciaori di livello che hanno vinto il campionato. C’è qualità nonostante le difficoltà di quest’anno. Ma sono agli ottavi di Champions, sarà difficile per noi. Nuovo allenatore? Noi l’abbiamo preparata a prescindere dall’allenatore che avranno gli avversari. Ci siamo preparati bene. Kvaratskhelia è fortissimo, ha tutte le qualità che fanno fare la differenza. Dovremo fare attenzione» ha spiegato de Jong.

De Jong è carico

«Parlate molto del mio contratto, del mio domani, del mio ingaggio. La verità è che si inventano storie, sono molto felice qui al Barcellona, è il club dei miei sogni, spero di poter continuare qui a lungo. Siamo carichi, siamo agli ottavi di Champions e da due anni non ci capitava. Abbiamo tanta voglia di giocare» le parole del centrocampista.

Arriva Xavi in conferenza: comincia de Jong

Il centrocampista catalano parla del suo futuro: «Mi ha stancato parlare del mio futuro, ho letto molte cose non vere, non capisco perché si scrivano».

Il Maradona attende

Attesa allo stadio per l'arrivo di Xavi e del Barcellona, ma anche della prima conferenza stampa di Francesco Calzona nel pre gara di Champions. L'allenatore spagnolo parlerà alle 18.15.

Le foto del primo allenamento di Calzona

 

 

Napoli in campo

Comincia il primo allenamento a Castel Volturno di Francesco Calzona. Gruppo al completo per il neo allenatore azzurro.

Il Barcellona arriva a Napoli

Il club blaugrana è arrivato in città. L'appuntamento è per la sessione di allenamento del pomeriggio al Maradona. 

Attesa a Castel Volturno

C'è attesa al Centro Tecnico azzurro per la prima sessione di allenamenti gestita da Francesco Calzona. L'allenatore del Napoli incontra i calciatori del gruppo per la rifinitura prima del Barcellona. Alle 14 l'ingresso in campo.

I convocati del Barcellona

Nessuna sorpresa per Xavi, in volo verso Napoli:

De Laurentiis lascia l'hotel

Anche il patron azzurro ha lasciato la sua sede dell'Hotel Britannique al centro città. Si dirigerà a Castel Volturno insieme con il nuovo allenatore.

Calzona va a Castel Volturno

Dopo due ore di faccia a faccia col presidente De Laurentiis, Francesco Calzona ha lasciato l'hotel Britannique e s'è messo in viaggio verso Castel Volturno, dove incontrerà la squadra e alle 14 dirigerà il primo allenamento da nuovo allenatore del Napoli. 

L'incontro con Calzona

Come da programma, alle 9.30 di questa mattina, Francesco Calzona ha varcato le porte dell'hotel Britannique, quartier generale di De Laurentiis a Napoli. Comincia ufficialmente oggi la sua terza avventura in azzurro, la prima da capo allenatore. 

Il programma della giornata

Con il cambio di allenatore, è cambiato anche il programma della giornata in casa Napoli. L'allenamento inizialmente previsto per le 11 è stato rinviato alle 14, la conferenza stampa inizialmente prevista per le 17 è stata invece posticipata alle 19.30. 

Il match in esclusiva su Prime

La sfida d'andata degli ottavi di Champions tra Napoli e Barcellona sarà trasmessa in diretta e in esclusiva su Amazon Prime Video. Per seguirla servirà l'abbonamento a Prime Video, una Smart TV o una console di gioco (Xbox e PlayStation) o dispositivi come Amazon Fire TV Stick, TIMVision Box e Google Chromecast. 

È il giorno di Francesco Calzona. Con una mossa a sorpresa, degna dei kolossal cinematografici, De Laurentiis ha salutato Mazzarri e ha affidato il Napoli al ct della Slovacchia alla vigilia degli ottavi di finale di Champions League con il Barcellona.

La tradizionale conferenza stampa prepartita, così, si è trasformat nella conferenza stampa di presentazione del nuovo allenatore. Appena prima di una fondamentale partita di questa stagione troppo altalenante e con già troppe delusioni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA