Napoli, Gattuso ha ancora speranze
«Abbiamo il dovere di giocarcela»

Martedì 25 Febbraio 2020
Soddisfatto a metà Gennaro Gattuso, con rammarico al fischio finale. «Sapevamo di non poter sbagliare nulla stasera. Noi siamo stati bravi, la squadra ha fatto ciò che doveva, in qualche fase di gioco potevamo fare ancora di più ma quando lavori così tanto in campo un po' di stanchezza subentra. Dovevamo sfruttare meglio il nostro possesso palla». Ci si giocherà tutto al ritorno. «La qualificazione è ancora aperta, nulla è perduto. Mancheranno due centrocampisti importanti, anche se hanno tanti calciatori forti abbiamo il dovere di andare a Barcellona e giocarla. Non siamo una squadretta, abbiamo le nostre possibilità anche contro una squadra fortissima».

LEGGI ANCHE Mertens, gioia e dolore: raggiunge Hamsik ma è costretto al cambio

«Sul gol subito l'errore è stato rompere la linea con Mario Rui senza scivolare con il cnetrocampista, abbiamo concesso troppo spazio al Barcellona per andare in porta», ha continuato a Sky sport l'allenatore azzurro. «Potevamo fare di più con la palla. Setién porta sistematicamente tanti calciatori in avanti, lasciare spazi in più ci avrebbe creato tanti problemi. Stasera non hanno fatto tanto, ma mezzo episodio concesso ha cambiato la gara. Setién mi ha invitato a cena, ho casa in Spagna e in estate ci incontreremo con un bicchiere di vino».
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA