Il Napoli fa impazzire i social:
«E ora riscattiamo subito Anguissa»

Lunedì 27 Settembre 2021 di Delia Paciello
Il Napoli fa impazzire i social: «E ora riscattiamo subito Anguissa»

Come un treno in corsa senza fermate il Napoli vince in campionato sei gare su sei, senza tentennare e facendo divertire i suoi tifosi. «A faccia ‘e tutt’quanti noi siamo ancora primi», urlano i napoletani. Soli sulla vetta della Serie A, gli azzurri di Spalletti hanno dominato con nonchalance ogni partita grazie a un gioco fatto di armonia, precisione e verticalizzazioni improvvise con un inarrestabile Osimhen che ha messo di continuo in difficoltà l’avversario. «Godin non sapeva più come fermarlo, ha provato anche a strangolarlo in diretta»; «Il 71% della terra è coperto d’acqua, il resto da Victor Osimhen», commenta il popolo dei social. A nulla è servito l’impegno difensivo del Cagliari: «Mazzarri che dice che i suoi hanno fatto ottima partita difensiva è come finire Ko con Tyson e dire: Gli ho dato un gran colpo di guancia quando mi ha dato il pugno»; «Manco con il pullman davanti alla porta Walter poteva fermarci», notano i tifosi.

Anche Koulibaly ad un certo punto è partito in attacco, con già due bei gol segnati in stagione. Ed Anguissa pure stavolta si è confermato decisivo: «Subito il riscatto»; «A Napoli a vita», è l’appello dei social per l’uomo ribattezzato «anguilla», onnipresente in campo all’occorrenza, colui che davvero pare fare la differenza a centrocampo. A sorprendere però contro i sardi è stato Mario Rui: «Devo assolutamente chiedergli scusa»; ammette qualcuno. Mentre altri ironizzano: «Vi prego, non fategli l’antidoping»

 

Giornata noiosa invece per Ospina: «Ha fatto la figura di quello che aspetta gli amici ritardatari fuori ‘o locale»; «A fine gara David ha detto ai compagni: Wagliù, però se il portiere non vi serve nun me chiammate proprio», scherzano in tanti, mentre si fa festa per le piazze virtuali. 

Un Napoli forse sopra ogni aspettativa per quello che sta dimostrando a sei giornate dall’inizio, e i napoletani non vogliono svegliarsi da questo bel sogno. Ma c’è chi mette le mani avanti e pensa ai momenti difficili: «Voglio chiedere ufficialmente il rinvio della Coppa d’Africa a data da destinarsi»; «E se facessimo passare Anguissa per napoletano così a gennaio non parte?», si legge sui social. Perché fare a meno di pedine importanti come il centrocampista camerunense, Osimhen e Koulibaly è sicuramente un rischio, anche se sono finalmente pronti Demme e Mertens, con il tedesco che ha già messo il primo piede in campo quest’anno proprio negli ultimi minuti della gara col Cagliari. 

 

Tutta Napoli si gode il momento: essere lì in alto fa sognare, anche se la stagione è lunga. Ma le premesse sono le migliori.

Ultimo aggiornamento: 28 Settembre, 09:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA