Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, calendario 2022/23:
la trappola delle trasferte all'inizio

Sabato 25 Giugno 2022 di Pino Taormina
Napoli, calendario 2022/23: la trappola delle trasferte all'inizio

Certo, considerando il cammino da rullo compressore lontano dal Maradona dello scorso anno (13 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte) forse non è neppure una tragedia. Ma sulla carta non è che ci sia da fare salti di gioia per un calendario in cui gli azzurri giocheranno in trasferta contro tutte le prime nove della scorsa serie A (tranne la Juventus) nel girone di andata. Con una partenza - diciamolo - piuttosto ostica: perché pronti-via iniziare andando a Verona, poi a Firenze (alla terza) e con la Lazio (alla quinta) non fa certo sorridere Luciano Spalletti. Poteva andare, insomma, assai meglio, vista la griglia di questa serie A. Nel girone di andata, tra le piccole (nessuno si senta offeso) c'è solo la trasferta con la Cremonese alla nona giornata. L'esordio a Fuorigrotta sarà speciale: perché il Napoli ospiterà il Monza del cavaliere Berlusconi (che gli azzurri non hanno mai battuto nei tre precedenti in casa) mentre nel turno infrasettimanale del 31 agosto ci sarà il Lecce.

Non è escluso che Hellas-Napoli possa giocarsi persino a Ferragosto, perché Dazn nelle prossime ore definirà gli orari della prima giornata che sarà spalmata (come tutte) in tre giorni: sabato 13, domenica 14 e per l'appunto lunedì 15. È l'anno del Mondiale (ahinoi, quello degli altri) e funziona così: prime 15 giornate fino al 9 novembre, poi sosta di ben 52 giorni (il progetto di un torneo tra club di serie A negli Usa sembra difficilmente realizzabile ma il Napoli ha in mente una serie di amichevoli all'estero) e ripresa il 4 gennaio con la trasferta in casa dell'Inter. Il Verona alla prima giornata aiuta a fare il pieno di malinconia: al Bentegodi giocò il primo Napoli di Maradona, il 16 settembre del 1984 (in panchina per la prima volta il giovane Ciro Ferrara) con il 3-1 firmato Briegel, Galderisi, Bertoni e Di Gennaro. È la quinta volta in assoluto che il Napoli affronta il Verona alla prima giornata. L'ultima, il 26 agosto del 17 con successo azzurro per 3-1 nell'anno-record dei 91 punti. Il Napoli viene da cinque esordi vincenti (Verona, Lazio, Fiorentina, Parma e Venezia) dopo il 2-2 di Pescara del 2016. L'ultimo ko contro il Sassuolo nel 2015, nel giorno dell'esordio di Sarri sulla panchina azzurra.

E il derby campano? Salernitana-Napoli chiude il girone di andata (il 22 gennaio) e poi si replica il 30 aprile al Maradona. La Salernitana gioca la prima contro la Roma di Mourinho. La sfida delle sfide, quella con la Juventus, è in programma alla 18a (15 gennaio) e poi alla 31a (21 aprile) allo Stadium. I primi veri e propri scontri diretti alla terza, in programma nel fine settimana del 28 agosto, quando la Juve incrocerà il cammino della Roma allo Stadium, la Lazio quello dell'Inter all'Olimpico e il Napoli la Fiorentina. Già al secondo turno (21 agosto) il Milan campione d'Italia se la vedrà con l'Atalanta. Il derby milanese arriva presto, già alla giornata numero 5 in programma il 4 settembre: in casa i rossoneri. Per assistere alla seconda rappresentazione occorrerà attendere cinque mesi: Inter-Milan andrà in scena il 5 febbraio, giornata numero 21. Restando in tema di derby, quello romano è collocato alla 13a (6 novembre, in casa la Roma) e alla 27a (19 marzo). A proposito di giornate dense di fascino: la 13a e la 27a, ovvero quelle dei derby romani, offrono anche il derby d'Italia. Prima Juve-Inter e poi Inter-Juve. Altri turni ricchi? Per esempio il numero 15 (13 novembre): Atalanta-Inter, Milan-Fiorentina, Juve-Lazio. Il numero 25 (5 marzo): Napoli-Lazio e Roma-Juve. Curiosità: Juve-Milan piazzata il 28 maggio. A vent'anni dalla finale di Manchester di Champions. E l'ultima giornata? Il Napoli chiude in casa con la Sampdoria, l'Inter a Torino e il Milan con il Verona a San Siro. Lorenzo Casini, presidente della Lega, ha spiegato: «La spettacolarità dello scorso campionato ci ha spinto a compiere un ulteriore sforzo per renderlo ancora più avvincente, anche grazie a una tempistica di pubblicazione dei calendari e di ripartizione dei blocchi degli anticipi e posticipi che recepisce le richieste raccolte in questi mesi dai tifosi. Così facendo, inoltre, i club potranno pianificare al meglio preparazione e trasferte. Anticipare la tempistica e la struttura del calendario ha richiesto uno sforzo supplementare». 

Ultimo aggiornamento: 19:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA