Napoli, Callejon-Fabian è fiesta:
​gli spagnoli carichi per Barcellona

Mercoledì 5 Agosto 2020 di Roberto Ventre
Uno, Callejon, darà l'addio a fine stagione, e proverà a regalare un'altra gioia a Barcellona contro la squadra rivale ai tempi della Liga quando giocava con il Real Madrid. L'altro, Fabian Ruiz, cercherà di scrivere una pagina della storia azzurra contro il club che ha mostrato interesse nei suoi confronti ma che il Napoli considera incedibile. E l'altro Llorente (l'attaccante è da inizio stagione nella lista Champions), si sta allenando a Castel Volturno, farà parte del gruppo in partenza per Barcellona e sabato sera potrebbe diventare l'alternativa come centravanti a Mertens e tornare magari anche in campo per qualche minuto nel finale di partita dopo non essere mai stato impiegato da Ringhio in questa ripresa dopo il lock down (finito fuori gioco per problemi fisici). Milik, che non ha rinnovato il contratto con il Napoli andrà via a fine stagione, nelle ultime partite in cui ha giocato è stato tono: Gattuso sottolineò la sua prova non brillante con l'Inter e contro la Lazio è rimasto in panchina e a questo punto potrebbe scivolare più dietro anche rispetto a Llorente per le scelte della sfida al Camp Nou. Tre spagnoli, quindi, vivranno l'avventura il Barcellona, l'attesissimo ritorno degli ottavi di finale di Champions League.

L'ADDIO DI JOSÈ
Callejon chiude dopo sette anni di Napoli, andrà via a scadenza di contratto e valuterà quella che potrà essere per lui la soluzione più interessante. Contro la Lazio fu già una serata piena di emozioni anche se al San Paolo non c'erano tifosi: giocò con la fascia di capitano, poi baciò il terreno di gioco al momento in cui lasciò il campo sostituito da Lozano e per l'ennesima volta ha avuto manifestazioni di grande affetto da parte di Gattuso e dei compagni di squadra. Ora vivrà ancora più emozioni a Barcellona, al Camp Nou, dove ci giocò con il Real Madrid, e in una partita che al Napoli potrebbe regalare il traguardo storico e cioè i quarti di finale, l'ingresso tra le prime otto squadre più forti in Champions League. Una presenza fondamentale per l'equilibrio che riesce a dare alla squadra, ancora di più in partite del genere contro avversari fortissimi e dal potenziale offensivo decisamente pericoloso. Decisivo più che mai sarà il suo apporto sulla fascia sia in fase di spinta che per le coperture difensive: Josè ha mostrato grande attaccamento e straordinaria professionalità in tutto il suo percorso a Napoli.

LEGGI ANCHE Barcellona, De Jong avverte i suoi: «Napoli forte, non ci sono favoriti»

LE MAGIE DI FABIAN RUIZ
Contro la Lazio ha messo a segno il suo terzo gol in campionato, una parabola delle sue dal limite dell'area, un tiro imprendibile, un colpo che potrebbe risultare decisivo anche per la supersfida contro il Barcellona. Fabian Ruiz piace al club azulgrana che lo tiene d'occhio da tempo ma per il Napoli è incedibile, un investimento importante per il club azzurro, un centrocampista sul quale fa molto affidamento Gattuso per il futuro. Al Camp Nou potrà essere l'uomo in più, quello che potrà fare la differenza in un confronto attesissimo con i centrocampisti catalani: sabato sera dovranno correre gli azzurri e dovrà correre velocemente il pallone, importantissima, quindi, sarà proprio la qualità tecnica di elementi come Fabian Ruiz che negli ultimi due anni ha avuto una grande crescita arrivando fino alla nazionale spagnola. E questa contro il Barcellona sarà per lui una partita piena di significati, ancora di più rispetto al match di andata che si giocò al San Paolo: Fabian Ruiz sarà tra i protagonisti della sfida a distanza con grandi campioni come Rakitic e De Jong (squalificati Vidal e Busquets). Un esame importante anche per verificare il livello ulteriore della sua crescita, il centrocampista spagnolo al Camp Nou vuole lasciare il segno e provare a fare la differenza. © RIPRODUZIONE RISERVATA