Napoli, quanta voglia di Callejon:
al suo posto Boga in pole ma è caro

Lunedì 13 Luglio 2020 di Roberto Ventre
Gattuso ancora una volta sottolinea l'importanza di Callejon che è in scadenza di contratto e ha firmato la proroga per firmare altri due mesi ma che non ha rinnovato il contratto per il futuro. «Il presidente e il direttore sportivo sanno bene cosa penso del giocatore e cosa sta dando alla squadra in questo momento. Poi, però, so bene che bisogna rispettare la politica della società», ha detto Ringhio nel fine partita.

LEGGI ANCHE Napoli, Mertens non è più Ciro: ora chiamatelo Trinità

IL RINNOVO FERMO
Ma sul rinnovo finora non si sono registrati passi avanti anche c'è ancora tempo visto che la stagione andrà avanti almeno fino a metà agosto. Josè è perfetto per il 4-3-3 di Ringhio e in tutto questo periodo ha dimostrato la sua abituale professionalità, quest'aspetto oltre a quello tattico e tecnico: la partita è ancora aperta, anche se al momento la situazione non ha fatto registrare novità e quindi l'addio di Callejon resta la soluzione più probabile.

L'IDEA BOGA
L'esterno di attacco in cima alla lista è Boga del Sassuolo, l'ivoriano che sta facendo benissimo in questo campionato e lo ha confermato anche contro la Lazio. La valutazione del club neroverde è 50 milioni ma il Napoli intende muoversi su cifre più basse. Trattativa che potrà decollare ma molto dipenderà dalle cifre dell'operazione e della volontà del Sassuolo di privarsi di uno dei suoi gioielli visto che De Zerbi ci terrebbe alla sua riconferma per la prossima stagione. anche se nell'elenco ci sono numerosi esterni tra i quali Under della Roma e Bernardeschi della Juve e il brasiliano Everton del Gremio e della nazionale verdeoro.
 
 


L'ATTACCANTE CENTRALE
Milik contro il Milan ha giocato nel finale non lasciando il segno. Il centravanti polacco non ha rinnovato e il suo addio è vicino. E intanto il club azzurro aspetta il sì di Osimhen per chiudere l'operazione con il Lilla. L'attaccante nigeriano incontrò a Napoli Gattuso e De Laurentiis e le sue sensazioni furono positive, poi si è preso qualche giorno per riflettere e per decidere su una scelta fondamentale per la carriera. Il Napoli lo ha messo in cima alla lista degli attaccanti ed è pronto a chiudere positivamente il discorso con Osimhen e il suo entourage e poi con il club francese. Tutto è pronto per sbloccarsi ma ovviamente c'è bisogno della risposta della punta nigeriana che non è ancora arrivata. Ma la situazione di stallo potrebbe essere superata e sicuramente questi saranno giorni decisivi in un senso nell'altro. Bisognerà verificare anche se qualche altra squadra dovesse farsi avanti in questi giorni

MERTENS RE DEL GOL
Chi continua a segnare è Mertens sempre più il re del gol del Napoli, il bomber di tutti i tempi che ora è a 125. Ma il suo guizzo non è bastato. Gli azzurri sia nel primo che nel secondo tempo no hanno concretizzato altre numerose occasioni e questo è stato un limite evidenziato anche nella precedente trasferta di Genova e in altre partite. Un aspetto negativo sottolineato da Gattuso nel dopo partita contro il Milan e sicuramente che andrà migliorato a partire dalla sfida di mercoledì a Bologna. Per la prossima gara Ringhio dovrebbe cambiare diverse pedine anche in attacco, l'unico finora sempre presente dal primo minuto nel reparto offensivo dopo la ripresa è stato Insigne. © RIPRODUZIONE RISERVATA