Napoli, i calciatori fanno crioterapia
nei bidoni dell'immondizia: polemica

Martedì 1 Settembre 2020
Un salto indietro nel tempo, troppo indietro, quando la tecnologia non aiutava e il calcio era una cosa semplice. Il Napoli in ritiro a Castel di Sangro deve fare di necessità virtù e allora via alla vasca criogenica e benvenuti ai bidoni - che servirebbero all'immmondizia - come soluzione alternativa. Peccato, però, che siamo nel 2020 e la tecnologia non è certo passata di moda, così come gli smartphone che immortalano gli azzurri alle prese con la pratica bidoni. La fotografia che immortala Koulibaly, Ounas, Luperto, Ghoulam e gli altri azzurri fa subito il giro del web scatenando le risate e l'ironia dei tifosi.

LEGGI ANCHE Napoli, Ospina fa festa in ritiro: il portierone spegne 32 candeline

Il club, però, ci tiene a smentire anche l'ironia: «È imbarazzante vedere come media, anche molto importanti, riportino la notizia che i giocatori del Napoli per fare crioterapia utilizzino bidoni dell’immondizia, senza minimamente fare una verifica dei motivi di questa iniziativa e se sia un’idea di Gattuso o una prassi comune. acciamo noi il lavoro che non è stato fatto. Domanda: perché usate i bidoni ? Perché sono molto ampi e alti e i giocatori sono immersi fin sopra la vita. Inoltre i bidoni rispondono alle esigenze del protocollo Covid che impone che ogni giocatore sia in immersione da solo. Domanda: sono bidoni puliti o sporchi ? Naturalmente non solo sono puliti ma sono anche nuovi, mai usati e vengono sanificati tre volte al giorno. Domanda: siete gli unici fare questa attività con i bidoni? No, lo fanno molte squadre. Domanda: quindi non è un’idea di Gattuso? No».
 
 
Ultimo aggiornamento: 2 Settembre, 07:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA