Napoli-Crotone, il casatiello è salvo:
«Ma è stata una Via Crucis»

Domenica 4 Aprile 2021 di Delia Paciello
Napoli-Crotone, il casatiello è salvo: «Ma è stata una Via Crucis»

Pasqua di resurrezione per i tifosi azzurri, che possono finalmente gioire della vittoria al Maradona con il Crotone dopo i lunghissimi 45 minuti di passione di un secondo tempo pieno di incertezze e sbavature, fino al blackout del 3-3: tutte cose che stavano per costare punti importantissimi per il Napoli. «Che scandalo soffrire così contro gli ultimi in classifica»; «Meno male che abbiamo giocato contro la peggior difesa d’Europa, perché visto che anche il nostro reparto arretrato non scherza senza K2, abbiamo dovuto fare 4 gol per portare a casa il risultato»;  «Fra gioie e mal di pancia, fateci mangiare il casatiello in grazia di dio», commentano i napoletani. Per fortuna intossico finale evitato grazie al colpo di genio di Di Lorenzo che ha risolto una gara che sembrava ormai mettersi male dopo l’inizio entusiasmante e i tre gol da super attacco: prima Insigne, appena premiato come Mvp di marzo del campionato, ha sbloccato il match con un tiro deviato. «Grande capitano, sempre tu»; «Sei il nostro orgoglio», sono alcune delle tante esultanze social. Poi ancora lui dopo tre minuti con un cross teso dal fondo al centro per Osimhen, pronto a spingere in rete il pallone del raddoppio. E allora anche i complimenti raddoppiano: «Dopo il capitano, finalmente ritroviamo un altro giocatore importantissimo»; «Grande Victor, facci vedere se vali davvero la cifra spesa»; «Che attacco che abbiamo!». Dopo la risposta di Simy ci ha poi pensato Mertens a ristabilire le distanze, firmando il 3-1 con una gran punizione. «Ciro, sei la nostra gioia»; «Mammamia quanto sei forte, ci sei mancato», si legge sul web. 

 

Ma le prodezze offensive non sono bastate a sopperire alle carenze in difesa e ai regali di Manolas e Maksimovic, tanto che poi è dovuto intervenire proprio un difensore per risolvere la questione. Ma i napoletani non risparmiano i due centrali e a loro affiancano Bakayoko: «Mandateli via tutti e tre, non possono giocare così in Serie A»; «Maksimovic non ha interesse, vuole andare via, perché lo fate giocare senza rinnovo?»; «Giocavano con gli avversari»; «Non è possibile che sia davvero così scarso, secondo me ormai Nikola lo fa apposta perché non ha il rinnovo»; «Tatticamente asini, ma Maksimovic non è manco da Serie C»; «Con sto trio il fegato se ne va», è lo sfogo social.

Ma nonostante l’amaro buttato giù, c’è ora motivo di far rinascere l’entusiasmo in vista della prossima gara con la Juventus, che dopo il pareggio col Toro arriva al confronto a pari punti in classifica. E mentre Ronaldo lancia la sfida annunciando  di voler affrontare la gara come una finale di Champions, i napoletani rispondono con ironia: «Respiro di sollievo, allora perderanno»; «Bene così, se è vero sarà tutto in discesa allora». Scherzi a parte, dopo quattro vittorie di seguito a Napoli si spera: ora Gattuso ritrova l’importantissimo Koulibaly fuori per squalifica ma anche le sue pedine importanti in attacco visto che pure Lozano ha avuto minutaggio nell’insidiosa sfida pre pasquale. «Questa difesa senza K2 è morta»; «Kalidou, resta a vita a Napoli che senza te siamo persi», sono i commenti dei napoletani. E per il mister, dopo una prestazione non convincente, tornano i #GattusoOut. «Bene così, qualche mese fa l’avremmo persa», nota qualcuno guardando il bicchiere mezzo pieno. 

 

Resta un Napoli che spaventa chi ricorda la parte finale del girone di andata, l’assenza di gioco e i risultati troppo altalenanti. E così queste amnesie in campo risvegliano il trauma. Ma a guardare la classifica la zona Champions è ancora lì, e recuperando il ritmo si può addirittura sperare nel secondo posto. E così il finale di stagione si prospetta divertente. Intanto una cosa è certa: almeno il casatiello è salvo per ora. Ma non basta: «A Pasqua mangiamo tanto, non solo il casatiello ma pure la pastiera, l’uovo di cioccolato. Cose che ci vuole un po’ per digerire. Perciò mercoledì non fateci rimanere tutto sullo stomaco», è l’appello dei napoletani. Aspettando la gara delle gare, Juventus-Napoli.

Ultimo aggiornamento: 5 Aprile, 08:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA