Napoli, finalmente voci azzurre:
la svolta con Ferrara e Schwoch

Martedì 31 Agosto 2021 di Francesco De Luca
Napoli, finalmente voci azzurre: la svolta con Ferrara e Schwoch

I tifosi del Napoli le aspettavano: ecco le voci “azzurre” per le partite del Napoli. Non c'erano commentatori ex azzurri nella squadra di Sky e questo era stato spesso commentato negativamente sui social, invece Dazn ne ha lanciati tre nelle prime due gare di campionato vinte contro Venezia e Genoa. 

Ciro Ferrara è uno dei commentatori più autorevoli del gruppo che trasmetterà in questa stagione il maggior numero di partite di serie A. Cresciuto nel vivaio azzurro, ha vinto due scudetti, la Coppa Italia, la Coppa Uefa e la Supercoppa italiana all'ombra di Diego Armando Maradona, uno dei suoi amici più cari e da cui raccolse la fascia di capitano nel 1991, prima di trasferirsi nel 1994 alla Juventus a causa della crisi finanziaria del club di proprietà di Corrado Ferlaino. Ha interrotto la carriera di allenatore - era stato anche ct della Under 21 - nel 2013, dopo l'esperienza alla Sampdoria, e si è dedicato all'attività di opinionista televisivo. Da questa stagione è in forza a Dazn.

Anche Dario Marcolin, capitano del Napoli nei difficili anni pre-fallimento (2003-2004), ha fatto per alcuni anni il tecnico, prima nello staff dell'attuale ct Roberto Mancini e poi da capo allenatore. Esperienze non fortunate, quindi la decisione di parlare di calcio in tv, forte delle conoscenze maturate sul campo.

Stefan Schwoch, ricordato a Napoli perché fu il bomber e il trascinatore della squadra nel 2000, l'anno del ritorno in serie A con Walter Novellino in panchina, non è stato mai attirato dalla panchina. E' stato per un periodo dirigente del Vicenza, poi si è dedicato ad attività extracalcistiche, fornendo il suo contributo sui canali Dazn per le partite di serie A e serie B, altro mondo che conosce bene.

A Ferrara toccherà, da doppio ex, il compito di analizzare Napoli-Juventus alla ripresa del campionato. Da 27 anni vive a Torino ma le radici sono sempre napoletane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA