Napoli, difesa flop senza...Anguissa!
A Spalletti manca più di Koulibaly

Domenica 5 Dicembre 2021 di Gennaro Arpaia
Napoli, difesa flop senza...Anguissa! A Spalletti manca più di Koulibaly

È cambiato il volto del Napoli dopo le prime giornate. Insieme a un calo dei risultati quasi perfetti delle prime dieci giornate, è arrivato anche il crollo dell'asset difensivo della squadra di Spalletti: gli azzurri - che ad oggi restano ancora la migliore difesa della Serie A con 12 gol subìti - avevano costruito un vero e proprio bunker all'altezza delle migliori squadre d'Europa ma i numeri sono letteralmente precipitati nelle ultime uscite in campionato.

LEGGI ANCHE Napoli, Zielinski suona la carica: «Daremo l'anima fino alla fine»

La mancanza del leader difensivo Kalidou Koulibaly può fare sicuramente la differenza, come visto contro l'Atalanta di Gasperini che ieri sera al Maradona ne ha fatti tre, ma ancora di più a mancare - secondo quanto riportato dai numeri - è Zambo Anguissa, il centrocampista camerunense che si è fermato dopo la sfida di San Siro contro l'Inter per una contrattura muscolare e ha lasciato senza schermo l'intero pacchetto arretrato azzurro. Le percentuali dell'azzurro erano state la fotografia di un clamoroso rendimento fino a Milano: Anguissa ha il 66% dei contrasti vinti in campionato, un vero e proprio schermo davanti alla difesa. Qualità che fa il paio con la grande capacità di ripartenza e il 91% di passaggi completati ai compagni. Quando Spalletti dice «Recuperiamo palla ma poi dobbiamo gestirla meglio» è proprio a questo che si riferisce. Il quadro si completa con il 64% di duelli aerei vinti, e la mente dei tifosi azzurri torna inesorabilmente al gol di Ferrari contro il Sassuolo all'ultimo minuto.

LEGGI ANCHE Spalletti vede un Napoli all'altezza: «Rammarico, potevamo pareggiarla»

In particolare, erano state 6 le reti subìte dal Napoli con Anguissa in campo, spalmate lungo undici giornate di campionato con il camerunense arrivato in corsa e mandato in campo subito contro la Juventus a settembre: con lui titolare (e inamovibile per Spalletti) la media gol subìti si attestava a 0,5 gol per gara. Un dato che cresce inesorabilmente con la sua assenza: tra Sassuolo e Atalanta gli azzurri hanno subìto cinque reti (solo con la Lazio la porta è rimasta immacolata), la media è passata a 1,6 gol per partita senza il centrocampista tuttofare. La speranza di Spalletti - e dei tifosi - è rivederlo quanto prima: e contro l'Empoli, domenica prossima al Maradona, Anguissa vuole esserci per tornare a dare una mano ai suoi.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA