Empoli, che coraggio al Maradona:
«Peccato ma grande prestazione»

Mercoledì 13 Gennaio 2021

Non c'è Dionisi, bloccato in albergo dal covid, ma al suo posto Paolo Cozzi rappresenta un Empoli forte capace di stupire questa sera allo Stadio Maradona. «L'obiettivo di questa gara era confrontarsi con una squadra forte come il Napoli e far crescere tutti i nostri giovani. Non ci siamo snaturati, abbiamo fatto il nostro calcio, ci dispiace per il risultato ma la prestazione è stata positiva» ha detto l'allenatore in seconda. 

 

«Il nostro segreto? Negli anni la società è cresciuta e si è organizzata, con grandi strutture e occhio ai giovani. abbiamo investito tanto con questa mentalità. Il nostro obiettivo era quello di stupire, anche in campionato, volevamo fare una stagione di vertice con una squadra ringiovanita. Per ora ci stiamo riuscendo, ma l'appetito vien mangiando. Bajrami è un giocatore di talento, capisce sempre il gioco intorno a lui e ha grande qualità. Può fare la differenza».  

Ultimo aggiornamento: 20:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA