Napoli-Empoli, si va ai quarti ma
che sudata: «La Juve ci farà neri»

Giovedì 14 Gennaio 2021 di Delia Paciello

Il Napoli ha battuto l’Empoli, ma che sudata! E i tifosi proprio non ci stanno: «È una squadra di Serie B e ci fa 2 gol»; «Ce la siamo vista brutta, ma ci rendiamo conto?»; «Un bel duello alla pari tra due formazioni che non sono da Serie A». A guardare il bicchiere mezzo pieno tuttavia la qualificazione è arrivata, il Napoli insieme a Milan, Inter e Juve è qualificato ai quarti di Coppa Italia. Ma vedendo la gara, le due rimonte della squadra ospite che ha dettato il ritmo allo stadio Diego Armando Maradona grazie al bis di Bajrami - che qualcuno già vede in maglia azzurra-, il disordine anche in fase difensiva e le difficoltà dei ragazzi di Gattuso, in tanti sono pronti a dire: «Ma dove ci avviamo?».

E così i social festeggiano solo a metà. E sotto i post di chi mostra gioia per la vittoria, c’è sempre qualcuno pronto a dire: «Ma che esulti a fare? Ma li hai visti?». E dopo le ironie sull'intervento dell'Asl Napoli 1 che ha fermato cinque giocatori dell'Empoli a contatto con un positivo, qualcuno ora tira persino un sospiro di sollievo: «Meno male che avevano giocatori in meno, sennò rischiavamo di farci davvero male».  Anche il mister nel post gara ha parlato di un’involuzione dopo il match con l’Inter, ma i tifosi chiedono alla squadra di ritrovare la retta via prima che sia troppo tardi anche per sognare la zona Champions.

La scelta di riproporre Rramhani in formazione è piaciuta ai più: «Bene, bisogna dargli fiducia altrimenti lo bruciamo ora». Affianco a lui al centro della difesa Koulibaly: per qualcuno un azzardo in vista di gare più importanti, per altri scelta giusta per sopperire alle carenze del giovane kosovaro. «Kouly, per fortuna che ci sei tu»; «Hai salvato la porta più volte, ci sei mancato», si legge sotto i post del campione senegalese.

E mentre in tanti provano a infondere fiducia e forza a Ghoulam, ancora in attesa di un suo ritorno da star come ai vecchi tempi, partono gli applausi per Di Lorenzo e per il suo gol dell’ex che ha aperto la gara. Ma il migliore della serata resta Lozano, autore di un gran tiro da fuori area che ha portato di nuovo gli azzurri in vantaggio, almeno momentaneamente. A chiudere sul 3-2 è dovuto poi accorrere il bulldozer,  che si è fatto trovare pronto davanti alla porta, dopo un rocambolesco rimpallo. «Meno male che la porta era a un metro da lui, sennò si girava e si portava la palla dietro», commenta qualcuno. Eppure Petagna si è rivelato utile e pragmatico, quello che ora serve più che mai a questo strano Napoli.

Bene, ma non benissimo insomma per i tifosi azzurri. «Se fatichiamo così con l’Empoli, qui la Juve ci fa neri alla Supercoppa»​, è il pensiero che affligge. Perché manca una settimana alla sfida tanto attesa, dove oltre al trofeo c’è in palio l’orgoglio: ogni gara con la Vecchia Signora vale doppio per i napoletani. E allora in città tanti bramano di vedere segnali che portino ottimismo già domenica contro la Fiorentina: fondamentali i tre punti in campionato, ma anche una buona prestazione. Perché certamente la fortuna non basterà contro i bianconeri: bisognerà essere pronti davvero. E i tifosi non accettano altri passi falsi: Gattuso per loro è già sul filo del rasoio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA