Napoli-Genoa, eravamo tanto amici:
il gemellaggio interrotto tre anni fa

Sabato 14 Maggio 2022 di Cristiano Tarsia
Il gol di Faccenda in Napoli-Genoa nell'82

1982, era l’ultima giornata. Il Genoa aveva bisogno di un punto per salvarsi e mandare in serie B il Milan, proprio il Diavolo che già oggi potrebbe vincere lo scudetto. Arrivò al San Paolo e se lo prese quel pareggio salvifico. E nacque il gemellaggio più lungo tra due tifoserie della serie A, durato quasi 40 anni. Anche perché i tifosi azzurri avevano sostenuto i rossoblù sin dal primo minuto. Un gemellaggio propiziato da un napoletano, anzi un ischitano, Mario Faccenda, che segnò in zona Cesarini il 2-2 che valeva la A (in precedenza Briaschi per i genoani e Criscimanni e Musella a firmare la temporanea rimonta). 

Cambia il nome dello stadio, ora Maradona, la giornata stavolta è la penultima, ma la drammaticità dell’incontro è uguale. Stavolta al Genoa serve la vittoria. Senza arrivare, come 40 anni fa, all’ultimissimo minuto, sugli sviluppi di un calcio d’angolo propiziato da un goffo e incredibile errore di Luciano Castellini.

Tre punti per raggiungere la Salernitana che ieri ha sprecato il match ball a Empoli con il rigore sbagliato da Perotti. 

E sul Maradona ci saranno gli occhi di migliaia di tifosi granata. L’altra squadra impegnata nella bagarre salvezza è il Cagliari, che ospita, nel più classico dei testacoda, un Inter che deve vincere per forza per non alzare già bandiera bianca nella lotta scudetto con il Milan. 

Sui social si vanno sprecando gli alert dei sostenitori salernitani. Si teme una riedizione del 1982. Il Napoli deve difendere il terzo posto, titolo assai platonico. È anche vero, però, che può essere l’ultima partita di tanti giocatori davanti ai propri tifosi: Insigne sicuramente, e poi i vari Mertens, Koulbaly, Ghoulam, gruppo storico che comunque è sul mercato. Difficile pensare che non diano tutto e lascino una brutta impressione. E poi resta da vedere come si schiererà stavolta il pubblico napoletano. 40 anni fa era per il Genoa e contro il Milan. Lo si scoprirà oggi, tenendo conto che il gemellaggio si è interrotto nel 2019, dopo uno striscione dei rossoblù a favore degli ultras interisti, che avevano avuto un duro scontro con i napoletani, in cui aveva trovato la morte un tifoso lombardo, Daniele Belardinelli. 

Ultimo aggiornamento: 15 Maggio, 08:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA