Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli-Girona 3-1: gli azzurri
vincono la prima amichevole

Mercoledì 3 Agosto 2022 di Gennaro Arpaia
Napoli-Girona 3-1: gli azzurri vincono la prima amichevole

Il problema azzurro sembra lo stesso visto anche nelle scorse partite: l’inizio della ripresa. Terza amichevole stagionale per gli azzurri e per la terza volta la squadra di Luciano Spalletti va in vantaggio per prima: alla mezz’ora gli azzurri concretizzano finalmente una delle tante fiammate offensive e vanno in gol grazie a una deviazione sfortunata dell’ex David Lopez, che spinge in rete il cross di Lozano. È un buon Napoli, che corre, pressa soprattutto, spinge in avanti alla ricerca del gol che possa sbloccarla. Ma dopo il gol qualcosa si spegne: il primo tempo finisce in calando e nell’avvio del secondo tempo, poi, è il Girona a partire meglio.

 

Il Girona tarda qualche minuto nel ricominciare la gara, ma riparte con tre cambi: Castellanos, Saiz, e Yan Couto per Urena, Valery e Stuani. Ed è proprio l’argentino Castellanos appena arrivato dalla Mls a mettere il timbro: palla stupenda di Saiz a tagliare in due la difesa azzurra e tocco gentilissimo del neo attaccante del Girona per fare 1-1. Spalletti aveva perso Politano al 20’ del primo tempo per un problema alla gamba sinistra, ma ha trovato Kvaratskhelia che, seppur non brillante come sempre a causa di qualche problema fisico di troppo, è quello che accende la luce in avanti: assist, cross, dribbling funambolici, il georgiano è la spina nel fianco che restituisce la corrente a una squadra appagata.

Osimhen sbaglia due ottime occasioni davanti alla porta per siglare il raddoppio, poi l’arbitro fa arrabbiare i tifosi quando non fischia un rigore a Lozano lanciato verso la porta. Il Girona ci crede e quasi Rrahmani non fa un favore agli spagnoli, la manovra azzurra invece si spegne sempre prima di arrivare in porta. I cambi di Spalletti nel finale cambiano la marcia: il toscano rivoluziona la squadra con nove cambi lasciando in campo solo Meret. È di Ostigard l’occasione più ghiotta alla mezz’ora, ma il colpo di testa si spegne a un passo dal palo. Allora a risolverla ci pensa Petagna: il bomber con la valigia viene servito da Zerbin e si fa aiutare dal palo per andare in gol. Nel finale gioia anche per Kvara, che si conquista il rigore e lo trasforma senza problemi per la prima vittoria dell’estate abruzzese.

Il tabellino 

NAPOLI-GIRONA 2-1

NAPOLI (4-3-3) – Meret; Di Lorenzo (dal 24’st Zanoli), Rrahmani (dal 24’st Ostigard), Kim Min-Jae (dal 24’st Juan Jesus), Mario Rui (dal 24’st Olivera); Anguissa (dal 24’st Elmas), Lobotka (dal 24’st Demme) , Fabian (dal 24’st Zielinski); Politano (22′ Kvaratskhelia), Osimhen (dal 24’st Petagna), Lozano (dal 24’st Zerbin). All. Spalletti
A disposizione: Marfella, Contini, Costanzo, Gaetano.

GIRONA (3-4-3) – Juan Carlos; Arnau, David Lopez, Stuani (1′st Yan Couto); Riquelme (dal 25’st Sala), Valery (1′st Saiz), Aleix Garcia, Juanpe; Terrats Santi Bueno, Urena (1’st Castellanos). All. Miguel
A disposizione: Matas, Herrera, Monjonell, Joel Roca, Pau Victor, Biel Farres, Alex Almansa.

Arbitro: Juan Luca Sacchi
1° assistente: Domenico Fontemurato
2° assistente: Giuseppe Di Giacinto

Marcatori: 27′pt Aut. David Lopez (N), 11′st Castellanos (G), 33’st Petagna (N), 36’st Kvaratskhelia.
Ammoniti: nessuno
Espulsi: nessuno

Ultimo aggiornamento: 4 Agosto, 07:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA