Napoli, Gattuso a testa bassa:
«È colpa mia, critiche sono giuste»

Mercoledì 24 Febbraio 2021
Napoli, Gattuso a testa bassa: «È colpa mia, critiche sono giuste»

L’umore non è dei migliori, sembra esprimerlo chiaramente Gennaro Gattuso: tono dimesso, scuro in volto, l’allenatore del Napoli sa però che domani sera si gioca una buona fetta di credibilità. «Dobbiamo andare in campo con l’obbligo di provarci, scendere in campo con l’idea di vincere. Sarà complicato viste le nostre difficoltà ma non possiamo fare altrimenti» ha detto in conferenza. «Sappiamo che non stiamo facendo bene, ai tifosi bisogna dire poco: meno chiacchiere e più fatti. Le responsabilità sono le mie, le critiche sono giuste, massacratemi pure ma lasciamo stare la squadra. Ma nei loro occhi ho visto qualcosa, ci credono, giocheremo senza fare calcoli». 

LEGGI ANCHE Napoli-Granada, Mertens solo part time 

Ma chi sarà in campo? «Non abbiamo recuperato nessuno, anzi abbiamo perso Osimhen. Mertens si é allenato poco in campo e sta fuori da tanto tempo. Ha poca autonomia, viene in panchina e poi valuteremo se servirà» ha continuato Gattuso. «Demme e Hysaj non sono ancora pronti, Koulibaly e Ghoulam invece ci saranno come a Bergamo. Abbiamo l’acqua alla gola, ci alleniamo poco e giochiamo troppo. Non sono scuse, serve un cambio di mentalità ma ringrazio la squadra per quanto sta facendo».

Ultimo aggiornamento: 17:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA