La luna caprese di Wanda Nara:
la moglie di Icardi sbarca a Napoli

Giovedì 22 Agosto 2019 di Marco Giordano
«Amica mia, come stai?». Suona, più o meno, così, l'inizio di ogni telefonata, l'ultima arrivata nelle scorse ore. Perché, il rapporto che lega Aurelio De Laurentiis e Wanda Nara è quello di due dello star system che si trovano gradevoli, simpatici e, forse, anche terribilmente funzionali l'uno per l'altro. C'è da registrare un nuovo contatto, il patron del Napoli è fine oratore ma ha anche ascoltato con attenzione la sua interlocutrice nel corso di lunghe chiacchierate delle ultime 48 ore: De Laurentiis e la moglie-agente di Icardi hanno continuato a dialogare sulle prospettive, sugli scenari, trovando un accordo sull'eventuale ingaggio di Icardi e sulla questione diritti d'immagine.
 
Insomma, il presidente azzurro ha quasi convinto Wanda Nara ad accettare la destinazione partenopea. Il nodo, al netto di un accordo non trovato ma comunque vicino con l'Inter, resta la volontà del calciatore. Icardi ha manifestato nuovamente alla moglie la volontà di restare all'Inter, soprattutto ora che la Juventus pare defilarsi definitivamente. Salvo colpi di scena.

Intanto, si vocifera che Wanda stia preparando l'arrivo a Capri nelle prossime ore per uno degli shooting fotografici ai quali ha abituato i fan sui suoi canali social. Qualche scatto in barca, una immancabile puntata in Piazzetta e già si ipotizza un incontro proprio con De Laurentiis che sull'isola è di casa. Un meeting che potrebbe rappresentare l'ultima chance che il massimo dirigente azzurro vorrebbe dare a se stesso ed al suo club per l'assalto al sogno Icardi, già cullato tre stagioni fa con l'addio di Higuain. De Laurentiis è pronto a mettere a mettere sul piatto della bilancia anche 7 milioni a stagione, migliorando sensibilmente l'attuale ingaggio da 4.5 milioni percepito all'Inter da Icardi, mentre per l'ad nerazzurro Marotta è pronta un'offerta che non risponderà ai 70 milioni richiesti, ma che accontenterebbe una società che ha anche bisogno di liquidità dopo le ingenti spese in questa sessione di mercato. Maurito resta, ad oggi, anche l'unico grande colpo concretizzabile. Sempre più complesso arrivare ad James Rodriguez, anche per il muro che il Real sta ergendo attorno al colombiano, mentre crescono le chance per l'ex Bayern di scendere in campo alla prima al Bernabeu, sabato, contro il Valladolid per sostituire lo squalificato Modric, in una situazione che vede il tecnico Zidane guardare più all'infermeria che agli allenamenti.

Quasi contestuale all'arrivo di Lozano ci sarà l'addio, per il momento in prestito, di Ounas. Il franco-algerino dovrebbe tornare in Ligue 1, al Nizza. Nella giornata di ieri, l'Autorità per la concorrenza francese ha convalidato l'acquisto del club da parte del gruppo Ineos, del britannico Jim Ratcliffe che ha versato 100 milioni. La chiusura dell'affare sarà ratificata venerdì: già lunedì (o comunque prima del match di mercoledì prossimo con l'Olympique Marsiglia) potrebbe esserci la chiusura delle prime operazioni a cui già stanno lavorando da tempo i nuovi dirigenti nizzardi. Ounas dovrebbe arrivare in Costa Azzurra con la formula del prestito con diritto di riscatto. Il prestito costerà al Nizza 3 milioni, mentre è stata pattuita la cifra di 22 milioni per l'eventuale cessione a titolo definitivo al termine della stagione. Ancora bloccata, invece, la situazione legata a Simone Verdi: le richieste del Napoli di 23-24 milioni più percentuali elevate sulla futura rivendita, hanno scoraggiato sia il Torino (che ha messo tutto in stand-by in attesa dell'esito del preliminare di Europa League) sia la Sampdoria, che sta puntando Defrel della Roma. © RIPRODUZIONE RISERVATA