Napoli-Juve è De Laurentiis-Agnelli:
la grande sfida dei conti in rosso

Venerdì 10 Settembre 2021 di Pino Taormina
De Laurentiis

Il bilancio 20/21 dei due club chiuderà con perdite importanti: quelle del Napoli solo immaginabili e sicuramente superiori ai 18,97 milioni del conto al 30 giugno 2020 (dopo l’utile di 29,1 milioni del bilancio al 30 giugno 2019 e il rosso di 6,4 milioni nel bilancio al 30 giugno 2018).

Quello della Juve, invece, più o meno si sa: è un rosso di oltre 190 milioni di euro. Perché il dato emerge dalla semestrale di Exor – la holding della famiglia Agnelli-Elkann che controlla il 63,8% del club bianconero –, che ha comunicato le informazioni economiche relativi al periodo gennaio-giugno 2021. Dai documenti di Exor si evince che il club bianconero ha chiuso il secondo semestre (il primo per Exor, ma il secondo per la società piemontese dato che il bilancio del club va dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2021) con perdite per 77 milioni di euro, alle quali va sommato il rosso di 113,7 milioni dei sei mesi precedenti. Motivo per cui è già in cantiere un aumento di capitale della Juventus di 400 milioni di euro verrà realizzato entro la fine di quest’anno.

Ultimo aggiornamento: 11 Settembre, 08:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA