Napoli-Lecce, probabili formazioni: Zielinski e Osimhen accelerano per una maglia

Ancora a parte Rrahmani che ha lavorato in palestra

Piotr Zielinski
Piotr Zielinski
Eugenio Marottadi Eugenio Marotta
Giovedì 23 Maggio 2024, 21:43 - Ultimo agg. 24 Maggio, 18:06
2 Minuti di Lettura

Missione Lecce. Obiettivo dignità. Almeno quella. E magari anche una sorpresa che potrebbe arrivare da una serie di combinazioni che (ri)aprirebbero incredibilmente le porte di una qualificazione in Conference per il Napoli. Gli azzurri domenica pomeriggio si congedano dal campionato al Maradona e staccano definitivamente la spina oltre a quello scudetto che si erano cuciti stra-meritatamente sul petto che altrettanto frettolosamente hanno quasi dimenticato nel giro di un amen. Stamani la squadra si è allenata nel quartier generale di Castel Volturno con la testa ai lunghi colloqui (personali) fatti in questi primi due giorni con Giovanni Manna – diesse in pectore del Napoli che attende soltanto il crisma dell'ufficialità dopo essersi congedato dalla Juventus - e nelle gambe la benzina che sembra quasi essere a riserva. Quasi fisiologico, quando si è a fine stagione con ben poco da chiedere al campionato. E invece, no. Oltre alle residue chance per la quindicesima qualificazione ad una competizione europea, infatti, corre sopratutto l'obbligo di congedarsi dalla torcida azzurra con uno scatto d'orgoglio. Ciccio Calzona sta provando a tenere alta la concentrazione, ma deve fare anche i conti con un'infermeria in fermento. Ancora a parte Rrahmani che ha svolto un lavoro personalizzato in palestra insieme all'altro lungodegente Mario Rui. Nel caso in cui il difesnore kosovaro – che lamenta una tendinopatia dovesse dare forfait – è pronto Juan Jesus a far coppia con Ostigard al centro della difesa. Sulle fasce invece agiranno Di Lorenzo e Olivera. Il tecnico conta di recuperare sia Zielinski e Osimhen: i due anche ieri hanno svolto un lavoro differenziato in campo e le chance di rivederli in campo aumentano con il passare dei giorni.

In tal caso Zielinski potrebbe essere preferito a Cajuste riprendendosi per l'ultima volta posto e posizione di mezzala sinistra che ha occupato da otto anni a Napoli. Il polacco andrà via e così farà anche Osimhen. L'attaccante nigeriano si è complimentato con il connazionale ed amico Lookman dopo la tripletta che ha steso il Bayer Leverkusen a Dublino e domenica vuole salutare il pubblico del Maradona a modo suo. Con un gol, anche più di uno dell'addio. Ai suoi fianchi agiranno Politano e Kvaratskhelia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA