Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, guai in attacco: Osimhen
e Politano stop fino a metà ottobre

Venerdì 23 Settembre 2022 di Bruno Majorano
Napoli, guai in attacco: Osimhen e Politano stop fino a metà ottobre

Bella tegola per il Napoli. Matteo Politano, che aveva lasciato subito il ritiro della Nazionale a Coverciano, ieri si è sottoposto agli esami clinici che hanno evidenziato «distrazione del legamento peroneo astragalico anteriore destro». Il Napoli ha specificato che «l'attaccante proseguirà la riabilitazione» presso il centro sportivo di Castel Volturno in attesa di capire lo sviluppo dell'infortunio.

Il problema, a questo punto, è per Luciano Spalletti che dovrà fare a meno di Politano per almeno 3 settimane. Non il massimo visto che si gioca praticamente ogni 3 giorni. Certo, la sosta gioca a suo favore perché da qui al primo ottobre non sono in programma partite. Si riparte al Maradona contro il Torino e da quel momento inizia il ciclo terribile per il Napoli che ora lì davanti rischia davvero di avere gli uomini contati. L'obiettivo di Politano (e la speranza di Spalletti) è quella di recuperare per la gara in programma il 9 ottobre contro la Cremonese. Salterebbe il Torino alla ripresa dopo la sosta e la trasferta di Amsterdam in Champions League. Male, certo, ma non malissimo, anche perché ora Politano è davvero uno dei punti fissi dell'attacco del Napoli e l'infortunio rimediato a Milano contro il Milan rischia di diventare un bel problema per gli azzurri.



Tempi non troppo diversi per il rientro di Osimhen. L'attaccante nigeriano sta proseguendo il percorso di riabilitazione dopo il problema muscolare accusato all'esordio in Champions contro il Liverpool e ha già messo nel mirino la Cremonese. Da questo punto di vista, infatti, lo staff medico del Napoli non vorrebbe accelerare troppo i tempi di recupero per non incappare in pericolose ricadute. Per fortuna degli azzurri, però, Spalletti sta facendo affidamento su Simeone e Raspadori che non stanno facendo rimpiangere troppo l'attaccante nigeriano.

Ieri, invece, è stato il primo giorno di Demme con il resto del gruppo. L'italo-tedesco mancava all'appello da metà agosto quando si era infortunato al piede. Ieri ha ripreso ad allenarsi con la squadra e ora si candida a rientrare nelle rotazioni di Spalletti per il centrocampo. Dal Kosovo, invece, un piccolo campanello d'allarme arriva circa le condizioni di Rrahmani che ha accusato un problemino di natura muscolare e resterà sotto osservazione in questi giorni per valutarne l'effettiva entità.
 

Ultimo aggiornamento: 17:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA