Napoli nel caos, stasera tutti in ritiro:
così Ancelotti ricompatta il gruppo

Venerdì 8 Novembre 2019 di Bruno Majorano
La notizia è iniziata a trapelare nel tardo pomeriggio di ieri. Dopo l'allenamento. Motivo per il quale c'è da pensare che questa volta a saperlo per primi siano stati proprio i giocatori. Oggi, alla vigilia di Napoli-Genoa - che non sarà la finale di Champions, ma rappresenta uno spartiacque importante per la stagione degli azzurri - la squadra sarà in ritiro a Castel Volturno. Certo, si tratta di un ritiro «ordinario» pre partita, ma visti i tempi che corrono, è una notizia. Anche perché quando le gare sono in casa e si giocano di sera, è quasi una consuetudine darsi appuntamento direttamente per la partita. Non in questo caso. Perché Ancelotti, che non vuole entrare nelle polemiche tra squadra e società, non fa altro che chiedere ai suoi ragazzi di stare tranquilli e di continuare a mettere più intensità negli allenamenti. Nulla di più. Nemmeno all'indomani del pesante cerino ricevuto in dopo dalla società circa la decisione di eventuali ritiri da qui alla fine della stagione.
 
 

Domani il Genoa, poi arriverà la sosta e allora Ancelotti punta a fare risultato pieno per mettere a tacere i malumori, consapevole che le scorie di quanto accaduto nel rumoroso post partita con il Salisburgo saranno fastidiose e lente da smaltire. Lui, però, è il leader calmo e sa di avere il polso della situazione, anche perché gli stessi giocatori, dopo la levata di testa di martedì sera, hanno capito di aver avuto forse una reazione esagerata e si sono detti pronti a dimostrare professionalità in campo. Sì, perché solo in questo modo potranno riconquistare l'amore di una piazza calda come quella di Napoli, ma che in questo momento è disorientata.
 

L'allenamento riservato agli abbonati ha dato già qualche indizio in vista della partita di domani. Perché a fronte di qualche bella parata di Karnezis e Ospina, Meret ha lavorato a parte, così come Ghoulam che è rimasto a fare terapie in palestra. Difficile che i due saranno in campo, così come sono in dubbio Allan e Mario Rui. Il brasiliano ha corso tanto e bene davanti ai tifosi che lo hanno un po' bacchettato, ma poi con il portoghese ha completato l'allenamento a parte senza fare la partitella finale. Chissà che Ancelotti non provi a recuperarne almeno uno in extremis, anche se la pazienza in questi casi può essere la migliore medicina. Out anche Manolas, con Maksimovic (tra i più brillanti nell'allenamento di ieri) candidato ad affiancare Koulibaly, mentre Luperto si candida a un posto sulla sinistra. I soliti dubbi in attacco, con Mertens che si è sbattuto tanto ma senza risultati col Salisburgo e ora è destinato a un turno di riposo. Di contro Lozano, che in coppia con Milik vuol confermare quanto di buono fatto vedere in Champions. Insigne non è del tutto certo di un posto da titolare, perché nelle ultime partite ha giocato sempre e perché Ancelotti potrebbe pensare di inserirlo a gara in corso dando spazio a Elmas e dirottando uno tra Zielinski e Fabian sulla sinistra. Ultimo aggiornamento: 10:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA