Napoli, social pazzi di Anguissa:
«Il centrocampo più forte d'Italia»

Napoli, social pazzi di Anguissa: «Il centrocampo più forte d'Italia»
di Delia Paciello
Domenica 2 Ottobre 2022, 12:05
3 Minuti di Lettura

Non si ferma il Napoli, che torna in campo al Maradona dopo le nazionali con la stessa grinta con cui aveva espugnato San Siro. Sui social tanti napoletani fanno coming out e si dichiarano «Zambosessuali», ma non c’è un tifoso che non si sia innamorato del centrocampista camerunense durante Napoli-Torino.

Proprio Anguissa infatti ha aperto la gara con un primo gol nato da una bellissima azione partita da Rui basso a sinistra, poi lancio preciso per Kvara pronto ad un cross millimetrico per la testa del centrocampista che inseritosi con destrezza ha rubato il tempo alla difesa già al 6’. Dopo altri sei minuti si è poi fatto trovare pronto anche per il raddoppio: stavolta apertura di Kvara per Zambo dalla destra, che si è fatto poi largo nel campo dei granata fino a mettere la palla tra il portiere e il primo palo, trovando un altro gol sensazionale e firmando la sua prima doppietta in Serie A. «A novembre mi direte se non sarà lui il calciatore del mese»; «Che giocatore straordinario»; «Abbiamo sicuramente il centrocampo più forte d’Italia, in Europa pure possiamo vantarlo»; «Una macchina assassina», sono alcuni dei commenti esaltanti che arrivano dal web. 

 

Ma non c’è due senza tre e non ha tardato ad arrivare il tris: anche Kvara ci ha messo la firma lanciato ad occhi chiusi da Zielinski. «Anche quando gioca sottotono è comunque una potenza», sottolinea qualcuno. Ma la qualità è sotto gli occhi di tutti.

Tuttavia appena il Napoli ha abbassato un po’il ritmo il Toro ha colto l’occasione per approfittarne, provando a riaprire la gara alla fine del primo tempo. Questa volta però sul gol di Sanabria sono stati in tanti a scendere subito in piazza, o almeno in quelle virtuali, per difendere Meret: «Sia chiaro, aveva la visuale coperta, non è colpa di Alex».

Alla ripresa comunque massimo equilibrio e nessuna preoccupazione per gli azzurri, che hanno chiuso la gara sul 3-1. E l’erede del dio del calcio a cui è stato intitolato lo stadio ci tiene a far notare sui social: «Lo avevo detto che sarebbe stato questo il risultato finale. Ormai sono un po’ di gare di seguito che indovino il risultato esatto», commenta Diego Jr dopo aver pronosticato il 3-1 anche in diretta tivù. 

 

Bravi i ragazzi di Spalletti, quelli schierati titolari e i subentrati, che hanno dimostrato di poter gestire una gara che nasconde sempre delle insidie. Ma soprattutto complimenti ormai unanimi anche a Luciano, a cui nessuno più riesce ad attribuire colpe guardando gli ottimi risultati ottenuti. E allora si alza la voce dell’entusiasmo, con il professor Spalletti alla guida di una grande squadra.

Un cammino che fa sognare i napoletani su ogni fronte: si affacciano alla prossima gara in Champions a casa dell’Ajax con grande ottimismo. Il primato in Italia e nel girone europeo rappresenta un motivo di orgoglio e una grande soddisfazione per i napoletani, che si aspettano di poter volare in alto anche martedì. Ma i più scaramantici ci scherzano su: «Sarà la volta che si uscirà dal girone di Champons anche con 18 punti». La matematica, però, non è un opinione. E intanto testa all’Ajax.

© RIPRODUZIONE RISERVATA