Napoli, via all'operazione Zielinski:
parte la trattativa per il rinnovo

Giovedì 6 Dicembre 2018
Il rinnovo di Zielinski entra nel vivo. Ieri pomeriggio il suo agente Bolak era a Castel Volturno e si è incontrato con il direttore sportivo Giuntoli. La volontà reciproca è quella di rinnovare fino al 2023 (e cioè per altri due anni rispetto all'intesa attuale) ma i tempi non sono ristrettissimi perché ci sono da mettere a posto un po' di cose, a cominciare dall'accordo da trovare sull'entità della clausola rescissoria. E poi entreranno in gioco il presidente De Lauerentiis e l'amministratore delegato Chiavelli quando ci sarà da stringere la trattativa e da mettere nero su bianco.

Zielinski ha un contratto con il Napoli fino al 2021 con una clausola per l'estero di 65 milioni. Il vero nodo da sciogliere è proprio relativo alla nuova clausola: il Napoli vorrebbe portarla intorno ai 100 milioni e oltre, gli agenti invece vorrebbero fermarsi a una cifra più bassa e di poco superiore a quella attuale (tra i 70, massimo 80 milioni). C'è ancora da lavorare in tal senso per trovare un'intesa e si ragiona anche sull'ingaggio del centrocampista polacco che arriverebbe intorno ai 2.5 milioni più bonus. E poi restano da sistemare altri aspetti del nuovo contratto che si farà perché il club azzurro punta sul centrocampista polacco e Piotr vuole restare a Napoli. Bisogna però ancora attendere.
 
Quella con Zielinski è una delle trattative in corso per i rinnovi. Un'altra riguarda Hysaj che ha un contratto fino al 2021 con clausola per estero da 50 milioni: il club azzurro è intenzionato a prolungare l'accordo. Ieri il suo procuratore Mario Giuffredi ha parlato a Radio Marte non dando però per scontato un novo accordo. «Il rinnovo di Hysaj? Ne stiamo parlando, ci vogliono dei tempi, vedremo quando e se saranno maturi. È un calciatore che potrebbe anche andare via, non è detto che rimanga a Napoli: può succedere di tutto, anche a gennaio o a giugno, ma tutto sarà fatto in sintonia con il Napoli», ha detto aggiungendo dei dettagli sulla trattativa. «Quando parlammo abbiamo chiesto di eliminare la clausola, il presidente non mi ha creato nessun problema da questo punto di vista. Mi auguro che entro febbraio si possa chiudere tutto, altrimenti potremmo fare altre valutazioni». © RIPRODUZIONE RISERVATA