Osimhen si riprende il Napoli:
com’è andato l’attacco senza Victor?

Lunedì 17 Gennaio 2022 di Gennaro Arpaia
Osimhen si riprende il Napoli: com’è andato l’attacco senza Victor?

Dodici partite - o meglio due mesi - fa l’ultima volta in campo, quell’ora di gioco a Milano prima del faccia a faccia con Skriniar in cui ebbe la peggio. Stasera indosserà di nuovo la tuta e andrà in panchina, almeno dal primo minuto: Victor Osimhen è tornato, ne è felice Luciano Spalletti e anche il Napoli, così come sono felici i tifosi che riavranno a disposizione il numero 9 della squadra, quello capace di segnare 9 reti nelle prime uscite della stagione fino a quel maledetto 21 novembre milanese. 

Ma quanto ha sofferto la mancanza di Osimehn l’attacco del Napoli? Con l’assenza del nigeriano sono stati due i protagonisti: sicuramente Dries Mertens, che è tornato a prendersi la scena in campo dopo un avvio complicato per l’operazione estiva alla spalla, ma anche Andrea Petagna, decisivo contro la Sampdoria così come lo era stato un girone prima, contro il Genoa, con un gol che ha regalato tre punti alla squadra azzurra. In totale, le due punte “di riserva” di Spalletti hanno messo insieme 9 gol e 3 assist nelle 12 partite senza Victor. Un ruolino di marcia importante soprattutto per il belga: oggi Mertens - sempre più primatista assoluto di tutti i tempi a Napoli con 143 gol segnati - ha una media di un gol ogni 103’ in campionato, ogni 118’ in stagione. Praticamente, se un avversario affronta in due gare Dries sa che il gol prima o poi lo beccherà. 

Se l’attacco pare non averne risentito, diverso invece il discorso generale. Fino a quando Osimhen era titolare inamovibile, il Napoli era riuscito a portare a casa 9 vittorie in 14 partite, con una media punti di 2,1 per partita. Media crollata a 1,4 per gara nel periodo senza il nigeriano in tutte le competizioni, con sole 5 vittorie (tre in campionato con Lazio, Milan, Samp). Crollo totale anche nei gol segnati: con l’ex Lille in campo il gli azzurri segnavano in media 2 gol per partita, media calata a 1,5 negli ultimi due mesi. Più di Osimhen, però, il Napoli sembra aver sofferto l’assenza di tanti altri azzurri: dopo aver perso il nigeriano sono andati out in rapida successione Koulibaly, Fabian e Insigne, poi Anguissa, Politano e anche Lobotka. Il Covid (sette contagi nelle ultime settimane) e la Coppa d’Africa hanno fatto il resto a cavallo tra 2021 e 2022. Ma la nave di Spalletti non è affondata e nei prossimi giorni ritroverà quasi al completo la rosa. Con Osimhen a capo del gruppo azzurro. 

Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio, 08:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA