Osimhen fa impazzire i social:
«Ma a Firenze cambiate albergo»

Mercoledì 12 Maggio 2021 di Delia Paciello
Osimhen fa impazzire i social: «Ma a Firenze cambiate albergo»

Sogni di gloria al Maradona con il Napoli che ha rifilato un’altra manita all’Udinese. «Alla faccia degli arbitri e dei telecronisti di Sky che provano a dire che gli avversari si sono scansati», esultano i tifosi.

Molti si dicono sempre più fieri di Osimhen, il migliore in campo ormai da tante partite, da quando è tornato in fiducia superando covid e infortuni: «Questo si mangia anche Cavani e Higuain, che classe!»; «Mammamia, con lui in campo il Napoli cambia»; «Quanta qualità ci regala sto ragazzo, anche se non segna tiene la squadra in attacco, fa segnare e allontana gli avversari dalla nostra porta: è diventato fondamentale», sono solo alcuni degli apprezzamenti per il giovane attaccante nigeriano sulle piazze virtuali. Perché Victor, nonostante le assenze, è andato in doppia cifra più velocemente del numero nove che lo ha preceduto, e persino di quel Cavani per il quale molti nutrono incommensurabile malinconia. E oggi è lui la vera speranza per il futuro: «Meglio lui che spendere tanti soldi per CR7 che non è riuscito a fare la differenza», se indossasse una maglia a strisce il suo valore sarebbe lievitato subito fino a 150 milioni», sottolinea qualcuno. 

 

E con lui tutta Napoli può sognare: «Gli azzurri arrivano agli ultimi 180 minuti della stagione più in forma di tutte le altre squadre», si legge per il web. E allora alla Champions ora si crede davvero: «Forza ragazzi, chiudiamo in bellezza!», incitano i tifosi. In rete Zielinski, Fabian, poi Okaka che ha trasformato l’unico tiro in porta dell’Udinese, e ancora Lozano, Di Lorenzo e Insigne. Una gran bella vittoria di gruppo, dove oltre allo zampino del giovane nigeriano in tanti hanno apprezzato la prestazione di Bakayoko, di Fabian, mentre il messicano è ancora sotto le aspettative, sotto quanto visto nel suo periodo di forma, ma già lascia intravedere segnali di ripresa, e il gol è uno di questi. «Gattuso anche a casa non ha Alexa, ha chiamato l’apparecchio Chucky per tenersi allenato anche lui per le partite».

E ora anche De Laurentiis esulta, ma i tifosi sono pronti a dargli addosso: «Adesso sei contento, ma se lo volevi mandare via e hai contattato ogni allenatore sul mercato mentre lui faceva i conti con malattie, lutti e 14 assenze in campo»; «Ma a ottenere risultati non è lo stesso allenatore che volevi cacciare?»; «Presidente, chieda scusa a Gattuso e lo convinca a rinnovare, non lo lasci scappare». E le voci del #GattusoOut sono svanite d’un colpo nella notte, nel silenzio di uno stadio vuoto mentre nelle case napoletane è odore di festa.

 

E così si va verso il finale, aspettando di poter festeggiare davvero qualcosa di straordinario in questa strana stagione. Perché dopo i bassi, anche la zona Champions sarebbe un gran traguardo. E allora la trasferta di Firenze sarà fondamentale. «Mi raccomando, però, prendiamo un altro albergo quest’anno?», Ironizza qualcuno. Fiorentina dunque e poi Verona nell’ultima giornata: «Potremo addirittura arrivare secondi», sperano i tifosi. L’Atalanta dovrà affrontare il Benevento assetato di punti per la salvezza, poi il Genoa e il Milan. Il rossoneri prima di incontrare la squadra di Gasperini hanno in calendario Torino e Cagliari. E la Juventus, al momento fuori dall’Europa dei grandi, incontrerà Sassuolo, Inter e Bologna. Il sogno dei napoletani sarebbe una Champions con il Napoli e senza i bianconeri. E la realtà non è poi così lontana. «Ma si sa, la Juventus è fortunata… e noi non dobbiamo abbassare mai la guardia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA