Roma-Napoli, sull'affare Milik
ora cala il gelo tra i due club

Lunedì 21 Settembre 2020 di Stefano Carina
Da telenovela a tormentone il passo è breve. Milik, Dzeko, la Roma (Fienga), il Napoli (De Laurentiis),la Juve (Pirlo)e agenti vari: più che sei personaggi in cercad’autore,incerca diun’intesa.CheesistetralaJuve,laRoma, Dzeko e Pirlo. Che non manca tra il club giallorosso e Milik. Che è statatrovataanche coni numerosi procuratori protagonisti. All’appello mancano due tasselli: Milik-Napoli e Roma-Napoli. A Parma il ds Giuntoli ha lanciato l’amo mediatico: «La trattativa conlaRomanonèancoraandata abuonfine».Questoperchédopo i contatti frenetici e quotidiani delle ultime settimane, da Trigoria ieri nessuno si è fatto vivo. Né con il Napoli, tantomeno con gli agenti del calciatore. L’unico segnaleè arrivatoconuna nota ufficiale apparsa sul sito dove il club ha smentito «qualsiasi illazione (...) sulle condizioni fisiche di Milik,per ilqualenutreprofondastima e rispetto», ribadendo «che non commenta mai e mai commenterà (...) lo stato di salute o la formafisica diuncalciatoretesserato di un’altra società». Preso atto, da sabato sono cambiate le carte in tavola: ora la Roma chiede di estendere a biennale il prestito anziché annuale (non un dettaglio), confermando gli altri termini dell’accordo:3+15+7 il costo di Milik ai quali aggiungere due ragazzi del 2003 (Modugno e Meloni),valutati ciascuno 2,5 milioni.

PENDENZE E RIPICCHE
L’altro problema riguarda i rapporti tra il calciatore e De Laurentiis.All’attaccante èstatochiesto di lasciare i due stipendi ‘congelati’nelperiododellockdown - 400mila euro netti (740 mila al lordo) - ai quali aggiungere l’annosa questione delle multe. Riassumendo: tra mensilità e ammende varie, il totale si aggira sugli 800mila euro lordi. La Roma immaginava che, sulla falsariga di quanto accaduto con Allan (che alla fine pur di andare all’Everton ha lasciato le pendenze ed è volato in Premier), Milik facesselostesso.Einvecehafatto malei conti. L’ex Ajaxsi èimpuntato. Il buon senso lascia pensare che alla fine una quadratura si troverà: 1) Milik (escluso dai convocati a Parma) rischia nell’anno dell’Europeo di rimanere fermo 2)IlNapolitra5mesiloperderàa parametro zero 3) Dzeko ha ribaditodivolerelaJuve4)ATrigoria non hanno un piano B. Il mercato, però, ha insegnato a diffidare della logica.Anche perché nessuno ha fatto i conti con l’incognita Juve che, qualora decidesse di non aspettare più Dzeko e virare su Giroud, potrebbe far saltare il banco.
Ultimo aggiornamento: 13:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA